Favelloni, campetto pronto: al via l’inaugurazione del nuovo oratorio

Ospitato nei locali dell’ex scuola dell’infanzia, vanta un restaurato campo sportivo di calcetto. Don Andrea: «Luogo di incontro aperto a tutti»
Ospitato nei locali dell’ex scuola dell’infanzia, vanta un restaurato campo sportivo di calcetto. Don Andrea: «Luogo di incontro aperto a tutti»
Informazione pubblicitaria
Il nuovo campetto sportivo di Favelloni
Informazione pubblicitaria

L’oratorio di Favelloni diventa realtà. Dopo un lavoro lungo mesi, l’annesso campetto sportivo della frazione di Cessaniti è stato terminato, permettendo così di restituire ai giovani un luogo sicuro dove incontrarsi e giocare. L’inaugurazione si svolgerà sabato 27 giugno (dalle ore 19) e per l’occasione giungerà da Roma una reliquia, un lembo di canotta indossata da Giovanni Paolo II. La struttura viene infatti intitolata a papa Wojtyla, rimasto nel cuore di diverse generazioni.

Informazione pubblicitaria

L’iter per rendere l’impianto fruibile non è stato affatto semplice: «Le attività sono iniziate il 5 ottobre scorso – ha spiegato don Andrea Campennì -. Nella realizzazione del campetto ci sono stati diversi intoppi ma piano piano piano abbiamo cercato di superarli. Grazie al lavoro e l’impegno di tanti ragazzi e fedeli». Non sono mancati i gesti di solidarietà «basti pensare che l’erbetta sintetica è stata donata da una ditta di Bergamo», ha evidenziato.

Il nuovo campetto sportivo di Favelloni

L’oratorio e il campetto sono aperti a tutti: «Sono luoghi dove la comunità parrocchiale manifesta la sua attenzione educativa verso i giovani» ha aggiunto il parroco. Sono spazi dove valgono tante regole «di accoglienza e di incontro nel rispetto reciproco», ha tenuto a precisare ancora don Andrea. Sabato prossimo, prevista una messa davanti al piazzale della chiesa di San Filippo D’Agira. Qui si terrà l’accoglienza della statua e della reliquia di San Giovanni Paolo II. Quindi l’inaugurazione dell’oratorio parrocchiale e del campetto sportivo. Durante l’evento, viene assicurato dalla parrocchia, saranno rispettate tutte le norme di sicurezza relative al Covid-19.