Carattere

L’annuncio in anteprima a Il Vibonese dall’ex presidente regionale della Fci Mimmo Bulzomì: «Un regalo alla mia città»

Il passaggio del Giro d'Italia a Mileto nel 2017
Sport

Mileto si candida ufficialmente a divenire sede di partenza di una delle tappe del Giro d’Italia 2020. Ad annunciarlo in anteprima a Il Vibonese è Mimmo Bulzomì, patron storico del ciclismo calabrese, tra l’altro nativo proprio della cittadina normanna. «Da ben 45 anni - spiega l’ex presidente della Federazione ciclistica regionale - lo Sporting Club che io rappresento, organizzatore negli anni di grandi corse in tutta la Calabria, è il promotore delle tappe di partenza e di arrivo succedutesi nelle varie edizioni del Giro d’Italia nella provincia di Vibo Valentia, nella città capoluogo e in centri come Nicotera, Serra San Bruno, Tropea e, in ultimo, Pizzo. A questo punto, prima di passare a miglior vita, ho deciso di adoperarmi per fare una sorta di ultimo regalo alla mia città e a tutti gli sportivi e appassionati della provincia. Al riguardo abbiamo costituito un comitato cittadino, con presidente onorario il vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea monsignor Luigi Renzo, per far sì che il sogno diventi realtà. Non stiamo lasciando nulla di intentato, stiamo trattando con i Comuni del comprensorio e di tutto il territorio vibonese per unire le forze e dare maggiore consistenza al progetto». 

L’attuale responsabile provinciale della Federazione ciclistica italiana, nel frattempo ha anche chiesto e ottenuto dal Monopolio dello Stato la possibilità di indire una lotteria di un’automobile. Un’iniziativa chiaramente mirata «a reperire i fondi necessari alla realizzazione dell’evento e a fare in modo che il prossimo anno, con l’ausilio anche delle istituzioni regionali, ci si possa presentare davanti agli organizzatori della “corsa rosa” con tutte le garanzie dal punto di vista economico. I soldi raccolti, tolte le spese per l’organizzazione - sottolinea infine Bulzomì - saranno devoluti in beneficienza e indirizzati alla promozione di attività sociali». La macchina organizzativa per fare in modo che una tappa del Giro d’Italia nel 2020 parta da Mileto si è messa in moto. E i risvolti positivi, viste la caparbietà, la grande esperienza e le capacità dimostrate negli anni dal patron di mille corse calabresi, non possono essere altro che scontati.    

LEGGI ANCHE:

Giro d’Italia 2018, una tappa della carovana rosa partirà da Pizzo

Presentato ufficialmente il Giro d’Italia, Pizzo si prepara ad accogliere la carovana rosa

GALLERY | Il Giro d’Italia nel Vibonese, è festa per il passaggio della carovana rosa

 

Seguici su Facebook