Carattere

L’attaccante rossoblù ricorda la sfida dell’andata che lo proiettò tra i bomber del girone: «Spero accada ancora»

Leonardo Taurino
Sport

Esattamente un girone fa il pubblico di Serie C scopriva le qualità di Leonardo Taurino. Furetto made in Taranto pescato dal diesse, Simone Lo Schiavo, tra gli uomini in uscita dalla Ternana. Era il 13 ottobre e la Vibonese batteva la Cavese al “Luigi Razza” con il risultato di 2-0. Tra i marcatori compariva l’attaccante numero 20 rossoblù, già in gol contro il Matera due settimane prima e dopo quella gara lanciatissimo tra i bomber del girone. «E’ vero - commenta - fu una partita che mi portò fortuna. Dopo quel match arrivarono altri gol in successione che portarono punti pesanti alla squadra. La cosa che più conta. Spero accada ancora». Una speranza allargata a tutti i tifosi rossoblù che a Taurino e compagni chiedono sorrisi anche lontano da casa. «Vogliamo sfatare questo tabù - sottolinea Taurino - che ci vede raccogliere poco in trasferta nonostante le buone prestazioni. Siamo stati anche parecchio sfortunati - continua - ma prima o poi la fortuna girerà pure per noi, anche in trasferta». Quella di Cava de’ Tirreni sarà “caldissima”. «Sicuramente non sarà facile perché quello è sempre un ambiente particolare e loro sono reduci da una vittoria importante contro la Sicula Leonzio che li ha rilanciati in quota salvezza, ma - chiosa - non sarà facile neppure per loro». La Cavese è avvertita.  

 

Seguici su Facebook