Kick boxing, il vibonese Giorgio Lico presidente federale Fikbms

Spezzato il lungo commissariamento regionale. Insieme a lui Salvatore Romano della Big Match, Domenico Massarini della Cobra Team Cosenza, Adriano Carchedi del Warriors Acconia e Gianbattista Ranieri del Kick Boxing Ranieri

Spezzato il lungo commissariamento regionale. Insieme a lui Salvatore Romano della Big Match, Domenico Massarini della Cobra Team Cosenza, Adriano Carchedi del Warriors Acconia e Gianbattista Ranieri del Kick Boxing Ranieri

Informazione pubblicitaria
Giorgio Lico
Informazione pubblicitaria

C’è un vibonese in cima alla Federazione Italiana Kick boxing, Muay thai, Savate e Shoote boxe regionale. A spezzare un commissariamento durato trent’anni è il napitino Giorgio Lico. Il docente vibonese, già vicepresidente nazionale Fikbms, nonché componente della Wako (organizzazione internazionale di Kick boxing), sarà affiancato da  Salvatore Romano della Big Match ‘08, Domenico Massarini della Cobra Team Cosenza, Adriano Carchedi del Warriors Acconia e Gianbattista Ranieri del Kick Boxing Ranieri. 

Informazione pubblicitaria

«Tecnici nonché validi collaboratori – ha asserito il patron della Thunder Pizzo – che sapranno darmi man forte nel governare una regione attiva come la nostra che ha da sempre voglia di successi». Il tecnico napitino, da anni sui palcoscenici internazionali grazie ad atleti come le sorelle Cavallaro, Vincenzo Gagliardi e tanti altri, ha asserito ancora la sua volontà di rilanciare al meglio gli sport da combattimento al fine di creare una squadra calabra competente e combattiva: «Con l’intraprendenza di Massarini, l’esperienza di Romano e Carchedi e le competenze di Ranieri sono certo che andremo lontano»,  ha concluso il nuovo presidente.