Vibo, scatta l’ordinanza contro l’abbandono di rifiuti ma gli incivili resistono (VIDEO)

I cumuli di spazzatura imperversano in vari punti della città mentre il Comune prova a mettere un freno alle cattive abitudini di alcuni cittadini. Previste sanzioni fino a 620 euro

I cumuli di spazzatura imperversano in vari punti della città mentre il Comune prova a mettere un freno alle cattive abitudini di alcuni cittadini. Previste sanzioni fino a 620 euro

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Le cattive abitudini sono dure a morire. E in alcune zone di Vibo Valentia a rimanere vivo è solo l’odore nauseabondo della spazzatura. Non solo in periferia ma anche in centro città. Nonostante l’impegno dei più virtuosi, la raccolta differenziata non sembra funzionare proprio del tutto. In barba alle norme igieniche e al buon senso, si collezionano cumuli di rifiuti di ogni genere sul ciglio della strada e sui marciapiedi. Gli animali randagi sembrano apprezzare soprattutto quando si tratta di resti organici, magari avanzi dei lauti banchetti pasquali. I cittadini di fronte al pattume invece sono decisamente meno contenti… 

Informazione pubblicitaria

Sui social network non mancano appelli di chi vorrebbe che si multassero gli incivili per farli desistere dal gettare irresponsabilmente buste in strada. C’è chi chiede l’installazione di telecamere e chi invece crede che una Vibo stile “Truman show” sia troppo. Meglio puntare sul senso civico e continuare a comportarsi da contribuenti onesti senza scoraggiarsi

Anche perchè sul punto il Comune sembra voler optare per la tolleranza zero, specie alla luce della recente ordinanza vergata dal sindaco Elio Costa che impone “il divieto assoluto di conferimento di qualsiasi tipo di rifiuti al di fuori di luoghi, tempi e modalità indicati nel regolamento comunale e nei calendari; il divieto di abbandonare sacchetti di immondizia e rifiuti in genere sparsi a terra, sul suolo pubblico, su suoli privati adiacenti strade e luoghi pubblici, lungo le pertinenze stradali o negli spazi antistanti; il divieto di abbandonare potature e sfalci lungo le pertinenze stradali». 

Da non sottovalutare le multe. Oltre alle sanzioni previste dalle normative specifiche, “per le violazioni delle disposizioni dell’ordinanza ovvero nei confronti di chi abbandona e deposita rifiuti o li immette nelle acque superficiali o sotterranee è prevista l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 150 a 620 euro. A chiunque insozzi le pubbliche vie – si legge ancora nell’ordinanza – sarà comunque applicata la sanzione minima di 500 euro. Al personale del Comando della Polizia municipale ed alle forze dell’ordine, è demandato il compito di vigilare sul rispetto dell’ordinanza e sull’accertamento delle violazioni. Si invitano – infine – tutti i cittadini residenti a segnalare agli uffici competenti eventuali violazioni».

LEGGI ANCHE:

A Portosalvo il “torrente della paura”: rifiuti ed incuria rischiano di farlo straripare (VIDEO)

Rifiuti, tra Mileto e Filandari una “bomba ecologica” pronta ad esplodere

Degrado a Vibo | «Ancora rifiuti davanti all’Eco-punto»: reclamano i residenti di via Pellicanò