Carattere

Durante un sopralluogo nel deposito temporaneo di Portosalvo, il dirigente dell’azienda che gestisce la raccolta ha perso le staffe ed è stato convocato al Comando

Ambiente

È quasi finita a “schifio” tra Comune e Dusty, la ditta che gestisce per conto del Comune la raccolta dei rifiuti sul territorio comunale di Vibo, in cambio di 10 milioni di euro per 3 anni di servizio. Dopo gli articoli del Vibonese sull’area di Portosalvo nella quale grandi quantità di rifiuti vengono abusivamente ammassati in attesa di essere smaltiti in discarica, l’Amministrazione comunale ha finalmente fatto la voce grossa, chiedendo spiegazioni alla dirigenza dell’azienda e mandando i vigili urbani a effettuare un sopralluogo.

Questa mattina, dunque, la polizia municipale ha fatto il suo ingresso nella piazzola recintata che nelle intenzioni iniziali della Dusty sarebbe dovuta diventare un’isola ecologica per il conferimento della differenziata. In realtà, oltre il cancello chiuso, stazionano alcuni grandi cassoni spesso stracolmi di immondizia, dai quali fuoriesce percolato, il liquame altamente inquinante e carico di batteri che si forma quando la pioggia filtra attraverso i rifiuti organici. Una situazione estremamente critica dal punto di vista ambientale, come abbiamo raccontato ieri

Al loro arrivo, gli agenti della polizia municipale hanno trovato i cassoni coperti da grandi teli e hanno chiesto che venissero scoperti. L’odore pungente che permea l’area lasciava comunque poco spazio alla suspense e, una volta aperti, i contenitori hanno rivelato ciò che avevamo già documentato con le nostre immagini: rifiuti di ogni tipo, compresa la frazione umida. 

A quel punto, mentre i vigili contestavano le irregolarità riscontrate, la tensione è salita e Davide Golino, direttore della Dusty presente al sopralluogo, è sbottato in malo modo contro gli agenti, provocandoli. «Volete sequestrare tutto? - pare abbia detto -. Fatelo, non ci importa. Se volete vi portiamo anche i mezzi per la raccolta così sequestrate anche quelli e noi ce ne andiamo da Vibo, che ci siamo stancati». Questi i termini del diverbio, come riferito da alcuni testimoni. Un comportamento che ha spinto gli agenti a convocare ufficialmente presso il Comando il direttore dell'azienda.

Dopo lo scontro di questa mattina, ai vigili è stato imposto assoluto riserbo, ma filtra comunque la ferma intenzione di informare la Procura su quanto accaduto, soprattutto alla luce delle pesanti irregolarità riscontrate durante il sopralluogo.

LEGGI ANCHE: Comune indifferente ai rifiuti messi a marcire sotto il sole dalla Dusty (VIDEO)

Settore rifiuti allo sbando a Vibo, i carabinieri sequestrano l’Eco-punto di via Pellicano (FOTO)

Caos rifiuti a Vibo, il Comune diffida la Dusty

Rifiuti, il conflitto d’interessi al Comune di Vibo allarma i cinquestelle: «Diritti calpestati»

Rifiuti, il funzionario comunale è fratello del dirigente Dusty: chi controlla i controllori? (VIDEO)

Vibo Marina, deposito abusivo di rifiuti. E il Comune sta a guardare

Seguici su Facebook