giovedì,Luglio 29 2021

Tonnara di Bivona, il sindaco: «In arrivo fondi per Parco marino e barconi»

Il primo cittadino risponde all’interrogazione del consigliere comunale Pisani e spiega: «L’attività di restauro dei barconi verrà eseguita all’aperto e rappresenterà un potenziale richiamo turistico»

Tonnara di Bivona, il sindaco: «In arrivo fondi per Parco marino e barconi»
La Tonnara di Bivona

Nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale dedicata alle interrogazioni a risposta immediata, un ampio spazio è stato dedicato agli sviluppi riguardanti la Tonnara di Bivona dopo la recente delibera con la quale l’amministrazione Limardo ha deciso la sua individuazione come sede del Parco Marino. Durante il question time del 5 luglio,  il consigliere di minoranza Silvio Pisani ( M5S) ha interrogato il sindaco in merito a tale scelta non supportata, a suo avviso, dal necessario titolo concessorio.

Il consigliere Silvio Pisani, Movimento 5 Stelle

L’interrogazione di Pisani

«Premesso che nel 2005 il comune di Vibo Valentia ha ottenuto un finanziamento regionale, a valere sui fondi Por,  di 1,3 milioni per l’allestimento di un Museo del Mare all’interno della tonnara di Bivona, si chiede di conoscere se l’ente comunale ha ottenuto il certificato di ultimazione dei lavori e le altre certificazioni connesse, considerato che nel corso degli anni ha concesso l’uso della tonnara per iniziative di varia natura, ritenendo il bene rientrante nel suo patrimonio indisponibile. In realtà il complesso architettonico della Tonnara è  tuttora un bene appartenente al Demanio dello Stato, per cui non è possibile il suo trasferimento a titolo oneroso, ma è permesso soltanto il suo uso in concessione, passaggio che fra l’altro non è mai avvenuto. Sarebbero, quindi, tutte da annullare le delibere e le determine emesse senza essere in possesso del titolo necessario, mentre l’amministrazione comunale afferma , nell’ultima delibera, di aver “incamerato”  il cespite».

Fondi alla Tonnara

Prima della risposta dell’assessore alla Cultura, Daniela Rotino, ha preso la parola il sindaco, che ha sottolineato come la Tonnara sia considerata un bene importante per il patrimonio della città e come alla sua valorizzazione sia stata dedicata un’intensa attività, negli ultimi due anni, da parte dell’amministrazione comunale in carica. «Il nostro obiettivo- ha spiegato Maria Limardo- è quello di arrivare al passaggio in concessione della Tonnara dal Demanio al Mibact ( Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) per poi procedere alla stipula di una convenzione tra Regione, Comune e Mibact che regoli l’utilizzo del bene culturale. Si tratta di un procedimento molto complesso in quanto vede coinvolti enti diversi, ma siamo a buon punto per l’elaborazione della convenzione».
«È stato in questi giorni effettuato un sopralluogo- ha aggiunto il capo dell’amministrazione comunale- e sono state predisposte delle planimetrie per prevedere il possibile utilizzo delle aree».

Il parco marino

In conclusione del suo intervento, il sindaco ha inoltre reso noto che la delibera relativa al Parco Marino deve essere intesa come un atto di carattere acceleratorio in quanto ha consentito di ottenere un finanziamento regionale di 1/ 1,5 milioni di euro per la realizzazione del parco marino, aggiungendo  che sarà possibile ottenere un’altra importante cifra da destinare al restauro degli antichi barconi.

«Abbiamo già preso contatti con maestranze esperte in questo tipo di attività e contiamo di avviare, a breve, il restauro del primo barcone. L’attività di restauro dei barconi verrà eseguita all’aperto e rappresenterà un potenziale richiamo turistico».

Pisani, nella sua replica, si è ritenuto insoddisfatto della risposta e ha integrato il suo intervento chiedendo se, per  l’ottenimento dei finanziamenti richiamati dal sindaco, siano stati presentati regolari progetti o ci si è serviti di semplici schede, ritenendo improbabile che un finanziamento venga concesso senza aver redatto un articolato e completo progetto.

Articoli correlati

top