sabato,Settembre 18 2021

Progetto Bike Sharing a Vibo: escluse le frazioni marine

L’obiettivo è di ridurre l’inquinamento atmosferico e acustico dal traffico veicolare attraverso l’utilizzo di biciclette con pedalata assistita, ma per Vibo Marina e Bivona mancano i pareri richiesti dalla legge

Progetto Bike Sharing a Vibo: escluse le frazioni marine

Approvato all’unanimità dalla giunta comunale di Vibo Valentia (delibera n.175) il progetto definitivo relativo a investimenti nel campo dell’efficientamento energetico e dello sviluppo sostenibile. Grazie ad un contributo statale di 130.000 euro saranno realizzate – in base al progetto elaborato dall’amministrazione – quattro ciclostazioni per l’utilizzo di un parco di venti biciclette con pedalata assistita, cinque per stazione, suddivise nelle seguenti postazioni: via Benedetto Croce (piazza Municipio); piazza San Leoluca (monumento Luigi Razza); ingresso Parco urbano; Parco delle Rimembranze o presso Palazzetto dello Sport.

L’obiettivo è quello della riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico causato dal traffico veicolare, offrendo una valida alternativa al mezzo privato nel percorrere tragitti brevi all’interno della città. Vengono escluse dal progetto di Bike Sharing le frazioni di Vibo Marina e Bivona a causa, si legge in delibera, “della difficoltà di avere i pareri prescritti dalle vigenti disposizioni, per le frazioni di Vibo Marina e Bivona, in tempi utili per l’inizio dei lavori e non incorrere nelle sanzioni previste dai decreti del 14 e 20 gennaio 2020.” [Continua in basso]

Il sindaco Maria Limardo e la dirigente Adriana Teti

I pareri favorevoli in ordine alla regolarità tecnica e alla regolarità contabile, allegati alla delibera, sono stati espressi in data 23 agosto 2021 dalla dirigente responsabile Adriana Teti. Non è agevole comprendere quali altri pareri, espressi da quali organi, fossero previsti per le frazioni marine. L’esclusione ha provocato prevedibili malumori e proteste.
«Vibo Marina, turistica e pianeggiante – commenta la Pro Loco – è fuori dal progetto comunale per la realizzazione di quattro ciclostazioni. Per alcune autorizzazioni sembra si faccia in fretta, per altre sembra si possa attendere. Solo puntando sul mare e sul porto, con le sue attività, e avendo maggiore attenzione per il territorio costiero, potrà rinascere la città».

LEGGI ANCHE: Nuovo smottamento sulla strada per Longobardi, il Pd: «Dal sindaco solo slogan»

Carenza di personale al Comune di Vibo, il Pd al sindaco: «Quali le strategie messe in campo?»

top