sabato,Settembre 18 2021

Carenza di personale al Comune di Vibo, il Pd al sindaco: «Quali le strategie messe in campo?»

I consiglieri democrat Luciano e Soriano interrogano il primo cittadino. «Un buon numero di dipendenti dell’Ente è andato in pensione»

Carenza di personale al Comune di Vibo, il Pd al sindaco: «Quali le strategie messe in campo?»
Una recente assemblea del personale dipendente del Comune di Vibo Valentia

La spinosa situazione del personale dipendente del Comune di Vibo Valentia sotto i riflettori del Partito democratico vibonese. In particolare, sono stati Stefano Luciano e Stefano Soriano, rispettivamente capogruppo e consigliere comunale democrat a Palazzo Luigi Razza a presentare sulla faccenda una interrogazione al presidente del civico consesso Rino Putrino. Chiaro l’oggetto in epigrafe al documento:  interrogazione a risposta immediata ai sensi dell’articolo 40 bis del regolamento comunale: “Situazione del personale dell’Ente”. L’interrogazione è stata indirizzata, da parte dei due esponenti della minoranza consiliare al Comune capoluogo, direttamente al sindaco Maria Limardo.  Dal primo cittadino, dunque, Luciano e Soriano vogliono sapere «quali iniziative o strategie ha messo in campo negli ultimi due anni per sopperire alla lacuna di personale dovuta ai pensionamenti che stanno inevitabilmente causando disservizi o ritardi nell’adempimento delle pratiche amministrative». [Continua in basso]

Le ragioni che hanno spinto i consiglieri comunali a presentare nei giorni scorsi l’interrogazione in questione vengono, peraltro, ricordate al capo dell’amministrazione cittadino nello stesso testo del documento. Luciano e Soriano, infatti, fanno presente che «nell’ultimo anno un buon numero di personale dell’Ente è andato in pensione, che l’amministrazione comunale ha inserito nel Piano di riequilibrio le risorse derivate dai pensionamenti come diminuzione di spesa» e che  –  si legge nella interrogazione – «il Comune di Vibo Valentia soffre di una carenza organica di personale importante che sta rallentando notevolmente l’attività amministrativa». Poiché «tale situazione non è più prorogabile ulteriormente nel tempo e si rendono necessari interventi urgenti», i consiglieri dem hanno deciso di interrogare il primo cittadino per sapere – come detto all’inizio – quali iniziative l’attuale esecutivo ha in cantiere al fine di tamponare quella che si presenta oramai come una autentica emergenza che rischia di rallentare sensibilmente l’attività amministrativa del Comune capoluogo.

top