lunedì,Settembre 26 2022

Serra, il sindaco Barillari: «La differenziata cresce. Prima di noi nessun controllo»

Il primo cittadino snocciola i dati del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. E assicura: «Bollette Tari grossomodo identiche a quelle dello scorso anno»

Serra, il sindaco Barillari: «La differenziata cresce. Prima di noi nessun controllo»

«Al momento del nostro insediamento la raccolta differenziata era praticamente inesistente e il progetto lasciato in eredità sarebbe costato ai cittadini un sacco di soldi. Non c’erano controlli e non c’è mai stata una politica di sensibilizzazione sull’importanza della raccolta differenziata. Saggiamente, abbiamo scelto di programmare nuove azioni, consapevoli che i costi relativi a questo servizio, per legge, ricadono interamente su tutti i nuclei familiari serresi. Più si differenzia, meno si paga». A parlare è il sindaco di Serra San Bruno Alfredo Barillari, il quale assicura che «i controlli continuano, mentre la differenziata cresce: agosto 57%, mentre i dati di settembre ci portano oltre il 59%. Le bollette Tari che stanno arrivando in questi giorni sono grossomodo identiche a quelle dello scorso anno, sulle quali hanno inciso molto gli aumenti dei costi di discarica dell’indifferenziata (sono praticamente raddoppiati vista la carenza di infrastrutture nella regione). Continuando a differenziare – aggiunge il primo cittadino – e facendo crescere la percentuale di raccolta, l’anno prossimo raccoglieremo i frutti dell’impegno collettivo».

Detto questo, il capo dell’amministrazione fa sapere che presto si inizierà «con una campagna di sensibilizzazione nelle scuole, per poi distribuire i mastelli ad ogni nucleo familiare. Ringrazio tutti i membri dell’amministrazione per il confronto costruttivo su questo tema, in particolare l’assessore Giuseppe Zaffino per l’impegno costante che ha dimostrato nel portare avanti questa delega. C’è ancora da migliorare? Sicuramente. Ma è fuori da ogni dubbio che i risultati ottenuti in due anni, non sono mai stati raggiunti in precedenza».

Articoli correlati

top