martedì,Aprile 23 2024

Mare finalmente pulito a Pizzo, il sindaco: «Scoveremo tutti gli scarichi abusivi»

Tolleranza zero dell'amministrazione comunale guidata da Sergio Pititto contro chi inquina... Aspettando la bandiera blu

Mare finalmente pulito a Pizzo, il sindaco: «Scoveremo tutti gli scarichi abusivi»
Il sindaco di Pizzo e il responsabile dell’ufficio tecnico nei pressi del depuratore

Un mare cristallino accoglie i turisti per questo inizio di stagione che fa ben sperare. Non nasconde l’entusiasmo il sindaco di Pizzo Sergio Pititto che guarda quelle acque finalmente limpide grazie al finanziamento di 310mila euro che ha permesso di ripristinare limpianto di depurazione e le pompe di sollevamento, il cui malfunzionamento aveva provocato in passato la fuoriuscita di liquami. Fino allo scorso anno turisti e operatori lamentavano la presenza di chiazze gialle in mare. Ma questa è storia passata – lascia intendere il primo cittadino – che plaude al lavoro portato avanti dal presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto e dal direttore della Stazione Zoologica Anton Dohrn, Silvio Greco, che in sinergia con la Procura di Vibo, hanno avviato una mappatura con lo scopo di intercettare eventuali scarichi abusivi. «Dopo un anno di attività – dice – i risultati sono ben visibili. Da parte nostra continueremo le nostre azioni di vigilanza e controllo per scovare quanti ancora oggi continuano ad inquinare il nostro mare».

«Pizzo merita la bandiera blu»

La stagione è partita alla grande, conferma il sindaco. Nella solo giornata di ieri, domenica, si sono registrate 400 presenze al castello Murat e alla chiesetta di Piedigrotta, fa sapere. Siti che si confermano tra i più apprezzati di tutta la regione. «La nostra città – aggiunge Sergio Pititto – è stracolma di stranieri, la maggior parte proviene dal Nord Europa. Pizzo è la porta d’accesso della Costa degli dei, con l’aeroporto a due passi. Questo ci rende una città strategica per il turismo internazionale. Ecco perché meritiamo maggiore attenzione», spiega ancora il sindaco che sulla mancata assegnazione della bandiera blu specifica come il suo comune si sia candidato solo quest’anno dopo i lavori sul depuratore. «Per l’estate 2024 ce la faremo certamente ad ottenere l’importante riconoscimento» . Ne è convinto il primo cittadino che aggiunge: «Pizzo merita la bandiera blu al pari di altre località turistiche. siamo pronti e manca poco o nulla», insiste. Cosa ha Tropea di più? «Nulla – ribadisce il primo cittadino – ma sicuramente prenderemo spunto dalle strategie vincenti che l’hanno portata in cima al gradimento».

Nuovi parcheggi e bus elettrico

La cittadina del gelato è in grado di accogliere diecimila presenze grazie alle case albergo e agli hotel; per rendere Pizzo ancora più accogliente, l’amministrazione Pititto ha messo mano al problema della viabilità, realizzando un’area parcheggio da 100 posti e attivando da quest’anno il servizio navetta con bus elettrici che non inquineranno e permetteranno ai visitatori di spostarsi da una parte all’altra della città senza intasare il traffico «Il nostro impegno è massimo e lo stiamo dimostrando con i fatti, alla fine di questa stagione chiuderemo con un nuovo record di presenze», conclude fiducioso.

LEGGI ANCHE: Turismo a Pizzo tra fede, cultura e mare: «È una città d’arte, destagionalizzare per crescere»

A Pizzo la “moto-terapia”: giornata di inclusione per le persone con disabilità

 

Articoli correlati

top