martedì,Giugno 18 2024

Vibo, monitoraggio dei campi elettromagnetici: convenzione tra Comune e Arpacal

La proposta dell'assessore Vincenzo Bruni si inserisce nell'ambito della prevenzione ambientale e tutela della salute pubblica

Vibo, monitoraggio dei campi elettromagnetici: convenzione tra Comune e Arpacal
L’assessore Vincenzo Bruni

La Giunta comunale di Vibo, su proposta dell’assessore all’Ambiente Vincenzo Bruni e con voti unanimi, ha approvato lo schema di convenzione tra l’Amministrazione comunale di Vibo e l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria (Arpacal) per l’”Attività di monitoraggio dei campi elettromagnetici (Cem) emessi dalle antenne Radio/Televisive e Tlc presenti sul territorio comunale di Vibo Valentia”. L’ Amministrazione comunale “intende portare avanti, nell’ambito dei compiti assegnati dalla legislazione nel campo della prevenzione e tutela ambientale, un’efficace azione di tutela della salute pubblica, ed ha intenzione di avviare le necessarie procedure amministrative e tecniche per l’applicazione del succitato D.Lgs n. 207 per quanto di propria competenza, dando concreta attuazione a quanto previsto dal Regolamento comunale “Tutela dell’inquinamento acustico e da radiazioni elettromagnetiche non ionizzanti sul territorio comunale Regolamento “Gambardella”, ai fini della tutela della popolazione e della salvaguardia dell’ambiente dall’esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici non ionizzanti”. Ai fini di una puntuale applicazione del Regolamento sopra citato “l’assessore all’Ambiente, con nota protocollo del 31 gennaio 2022 – si ricorda nella delibera di Giunta – ha richiesto al dirigente del Settore 3 Bilancio e Programmazione Finanziaria la creazione di un apposito capitolo di bilancio con fondi destinati all’acquisto della strumentazione necessaria, e su indirizzo della Giunta, con delibera del 21 ottobre 2022 gli uffici del Settore Ambiente hanno acquistato con regolare procedura ad evidenza pubblica due centraline utili al monitoraggio da remoto dei Campi Elettromagnetici (Cem) da installare nei punti previsti dal Titolo III del Regolamento”.

Così, lo scorso luglio l’assessore all’Ambiente ha richiesto formalmente ad Arpacal, per l’attuazione dell’attività di monitoraggio e valutazione dei dati ottenuti e anche alla luce di pregresse campagne di misura
svolte nel territorio comunale da parte di Arpacal Dipartimento di Vibo Valentia, di valutare favorevolmente la proposta di sottoscrivere una convenzione fra i due Enti per tale scopo. Pertanto, “riconosciuta la necessità e la valenza dell’attività promossa da questa Amministrazione-Assessorato all’Ambiente – viene spiegato – la Giunta ha approvato lo schema di convenzione tra i due enti, proposto da Vincenzo Bruni. La suddetta convenzione, che verrà siglata dal sindaco Maria Limardo e dal commissario straordinario Emilio Errigo, stabilisce dunque i compiti di Comune e Agenzia e, in particolare, saranno ad esclusivo carico del primo le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria per la gestione completa delle centraline ivi comprese la prima collocazione o l’eventuale successiva ricollocazione in altri siti; sempre Palazzo Luigi Razza provvederà a fornire al Dipartimento di Vibo Valentia un Pc dedicato allo scopo, con installato apposito software o altri applicativi di gestione delle centraline, che dovrà essere restituito allo scadere della convenzione. L’atto avrà una durata di 2 anni a decorrere dalla data di sottoscrizione e la collaborazione potrà essere prorogata fino ad un massimo di ulteriori 2 anni, qualora le parti ne convenissero la necessità.

LEGGI ANCHE: Vibo, disco verde dalla giunta per la nuova piazza Municipio ma restano le perplessità

Paravati, si va verso la sospensione dei lavori per l’antenna 5G

Il Comune di Vibo lancia il Festival dell’Innovazione, ecco di cosa si tratta

top