giovedì,Luglio 25 2024

Meteo Vibonese, ondata di caldo africano alle porte: fino a 38 gradi tra Monterosso e Mileto. Ecco quando

Prossimamente termometro in salita non solo lungo le coste ma anche nelle aree più interne. Intanto oggi giornata caratterizzata dall'instabilità con qualche piovasco e molte nubi

Meteo Vibonese, ondata di caldo africano alle porte: fino a 38 gradi tra Monterosso e Mileto. Ecco quando
A destra, dall'alto verso il basso: Monterosso, Mileto e Tropea

Correnti occidentali legate ad una linea instabile molto debole caratterizzerà la giornata di oggi su tutta la Calabria con piovaschi sparsi e molte nubi. Poi ecco che arriverà la prima vera fiammata africana della stagione estiva, con il termometro che subirà un notevole rialzo.

Mercoledì con tempo variabile

Oltre al resto della regione, le correnti occidentali stanno caratterizzando le condizioni meteo sul territorio vibonese con giornate nuvolose accompagnate da qualche piovasco. La giornata odierna inizierà con cieli molto nuvolosi su tutto il territorio con possibili piovaschi di debole intensità a macchia di leopardo. Poi, nelle ore pomeridiane l’instabilità interesserà soprattutto le aree delle Serre con sconfinamenti verso oriente. Migliorerà ovunque in serata con tempo stabile e cieli sereni. Le temperature rimarranno ancora stazionarie con valori massimi che lungo le coste non supereranno i 23-24°C mentre potranno raggiungere localmente i 27-28°C nelle immediate aree interne.

Ondata africana alle porte

Ecco però che questo trend durerà ben poco. Già da domani infatti un affondo di aria atlantica sulla Penisola Iberica farà risalire aria molto calda dal Nord Africa apportando, soprattutto dal weekend, un forte aumento delle temperature. Sono previsti infatti termometri che lungo le coste raggiungeranno diffusamente i 30°C ma attenzione nelle aree più interne dove, soprattutto lungo la linea tra Monterosso Calabro e Mileto si potranno raggiungere i 36-38°C in un contesto di tempo stabile e cieli soleggiati. Da segnalare però la possibile presenza di sabbia desertica nell’atmosfera che renderanno i cieli uggiosi.

Articoli correlati

top