sabato,Luglio 13 2024

Vibo punta alla Bandiera blu, il sindaco: «La nostra costa non ha nulla da invidiare alle più blasonate località calabresi»

È stato approvato il progetto per l’installazione di docce sugli arenili. L’assessore Bruni: «Gli interventi portati avanti hanno garantito una maggiore tutela e migliore fruibilità delle spiagge pubbliche»

Vibo punta alla Bandiera blu, il sindaco: «La nostra costa non ha nulla da invidiare alle più blasonate località calabresi»
Il mare di Bivona, immagine di repertorio

La giunta comunale di Vibo Valentia, guidata dal sindaco Maria Limardo, su proposta dell’assessore all’Ambiente Vincenzo Bruni ha dato disco verde alla delibera di approvazione del progetto esecutivo per la realizzazione, sulle spiagge del litorale comunale, delle docce pubbliche e delle torrette di salvataggio con annessa attrezzatura.

«Negli ultimi anni – dichiara il primo cittadino – abbiamo implementato i servizi sulle spiagge e questo ultimo, ulteriore intervento si pone come obiettivo quello di tracciare la rotta per giungere all’ottenimento della Bandiera Blu per Vibo Valentia, le cui bellezze paesaggistiche e territoriali non hanno nulla da invidiare alle più blasonate località della Costa degli dei o del resto della Calabria».

Ad entrare nel merito del progetto è l’assessore Bruni, che in premessa spiega come tra gli obiettivi programmatici dell’amministrazione vi fosse «la valorizzazione degli arenili attraverso una serie di iniziative di pulizia e sensibilizzazione che, grazie anche alle ordinanze sindacali emesse a tutela dell’ambiente costiero marino, al posizionamento di attrezzature idonee alla raccolta del rifiuto dei villeggianti e di passerelle che hanno facilitato l’accesso alle spiagge, hanno garantito una maggiore tutela e migliore fruibilità delle spiagge pubbliche».

Inoltre, ricordano gli amministratori, bisogna tenere presente che l’Arpacal, agenzia preposta al monitoraggio delle acque di balneazione, ha rilasciato apposita certificazione, su richiesta del Comune nel 2021, di qualità eccellente delle acque del litorale comunale per alcuni punti di monitoraggio.

«Dagli incontri avuti in questi anni con l’assessorato regionale e con il supporto dell’Ente parchi marini regionali – prosegue Bruni – abbiamo potuto verificare le potenzialità ed esaminare le criticità, per avviare le procedure istituzionali per il riconoscimento della Bandiera Blu».

Ebbene, tra i punti a favore sono risultati: la percentuale di raccolta differenziata raggiunta, l’eccellente grado di pulizia degli arenili comunali con il servizio garantito in appalto, la fornitura delle attrezzature idonee a garantire la possibilità ai villeggianti di differenziare il rifiuto prodotto sugli arenili, l’attuazione di campagne di sensibilizzazione svolte in piena stagione estiva e rivolte ai villeggianti, la piena accessibilità di tutte le spiagge comunali attrezzate in molti punti di idonee passerelle, la certificazione Arpacal del 2021 sulla qualità delle acque di balneazione. Mentre tra le criticità risultavano la mancanza di servizi (docce e servizi igienici) e sicurezza (personale e/o attrezzature di salvataggio) sugli arenili comunali. Il progetto prevede l’installazione delle docce in quattro punti: via Vespucci a Vibo Marina, via delle Barche e piazza Marinella a Bivona, e spiaggia di Trainiti. «Con questo intervento, per il quale ringrazio il dirigente alla Manutenzione e reti Antonio Nisticò e gli architetti Antonio Pallone dell’ufficio tecnico e Giuseppe Massara in qualità di progettista – conclude l’assessore all’Ambiente – intendiamo chiudere il cerchio e consegnare alla prossima amministrazione un lavoro ottimamente avviato su tutti i fronti».

Articoli correlati

top