Eco-punto in centro a Vibo, i residenti tornano all’attacco: «Va chiuso»

Denunciate nuove criticità in ordine al carico dei rifiuti, al traffico e alla presenza di topi. Chiesto l’avvio del “porta a porta”. La questione approderà in consiglio comunale su iniziativa dei Progressisti per Vibo 

Denunciate nuove criticità in ordine al carico dei rifiuti, al traffico e alla presenza di topi. Chiesto l’avvio del “porta a porta”. La questione approderà in consiglio comunale su iniziativa dei Progressisti per Vibo 

Informazione pubblicitaria
L'eco punto di via Pellicanò a Vibo
Informazione pubblicitaria

«Nonostante gli ultimi interventi del Comune di Vibo sulla situazione della raccolta differenziata in città, i residenti del centro continuano a reclamare relativamente alla situazione di degrado presente in via Pellicanò, angolo via Dante Alighieri e angolo via P. E. Murmura. A tal fine si segnala come via Pellicanò sia divenuta una discarica a tutti gli effetti».

Informazione pubblicitaria

Una nuova accorata segnalazione arriva dai residenti della centrale via vibonese dove sorge, nei pressi di uffici pubblici e del Comando provinciale dei carabinieri, un Eco-punto per la raccolta della spazzatura

«Ogni giorno – denunciano gli abitanti del quartiere – il carico della spazzatura sui mezzi della nettezza urbana avviene in piena mattina, dalle 8 alle 10.30 circa, proprio dinanzi l’ingresso del presidio sanitario Asl adibito a laboratorio prelievi. Tutto ciò in pieno disprezzo delle norme in tema di igiene pubblica e di decoro urbano». 

Una situazione intollerabile per i residenti che, attraverso ilvibonese.it, ricordano che «il quartiere è residenziale, commerciale, e sede di importanti istituzioni come il citato laboratorio analisi e uffici Asl, Carabinieri, Polizia stradale, Inps, Oratorio dei Salesiani».

I residenti lamentano come l’intero quartiere «sia divenuto degradato e soggetto a continui pericoli, derivanti da carenze di norme igieniche, visto che viene conferita in pieno giorno anche la spazzatura indifferenziata e l’umido (già si intravedono ratti e simili), e dal via-vai di mezzi pesanti in piena mattinata durante l’orario normalmente lavorativo, con le conseguenze per la circolazione (già complicata) ordinaria del traffico, dei mezzi di pubblica sicurezza e della salute pubblica. Tutto ciò in totale assenza di un’area di sosta per i cittadini che arrivano in autovettura, con le conseguenze del caso».

Per tutti questi motivi, secondo i residenti, «è auspicabile l’avvio della raccolta “porta a porta” in centro città, come previsto dai piani comunali, e l’immediato smantellamento dell’inidoneo ed improvvisato sito-pattumiera di via Pellicanò, inadeguato alle esigenze dei cittadini e la sua conseguente definitiva chiusura».

Sul fronte politico, l’Eco-punto di via Pellicanò è finito nel mirino delle opposizioni in consiglio comunale. La questione sarà portata all’attenzione dell’assise cittadina su iniziativa del consigliere comunale dei “Progressisti per ViboAntonio Lo Schiavo. «Prevedere un Eco-punto proprio nel centro di Vibo, vicino ad esercizi commerciali e presidi sanitari, non può essere accettato – ha detto -. È contro ogni logica. Su questo proporrò un’interrogazione urgente al prossimo consiglio comunale».  

LEGGI ANCHE:

Caos differenziata a Vibo, la denuncia: «In centro città raccolta ferma da 15 giorni»

Eco-punto in pieno centro a Vibo, continuano i disagi per i residenti (VIDEO)

Eco-punto in centro a Vibo, per Fratelli d’Italia «L’isola ecologica è da spostare»

Caos rifiuti a Vibo, nuovi disagi all’Eco-punto in centro …chiuso per “cause tecniche”

Eco-punto in pieno centro a Vibo, la rabbia dei cittadini: «Situazione fuori controllo»

Caos differenziata a Vibo, la Dusty non ci sta: «In magazzino 4000 mastelli ancora da ritirare»