Ladri affamati alla Cof, dopo il “colpo” fanno razzia di bibite e snack

Una banda di dieci persone ha fatto irruzione nottetempo nello stabilimento di Porto Salvo dove, dopo aver arraffato un magro bottino, ha svaligiato i distributori automatici fermandosi a banchettare nel piazzale dell’azienda.

Una banda di dieci persone ha fatto irruzione nottetempo nello stabilimento di Porto Salvo dove, dopo aver arraffato un magro bottino, ha svaligiato i distributori automatici fermandosi a banchettare nel piazzale dell’azienda.

Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

Erano in dieci, incappucciati, determinati, pronti a mettere a segno il “colpo della vita”. Invece, non riuscendo ad arraffare quanto si erano prefissati, hanno tranquillamente banchettato in piena notte di fronte all’azienda nella quale pensavano di trovare una fortuna.

Ha dell’incredibile quanto è successo ieri notte nella zona industriale di Porto Salvo, dove una banda di malviventi, con indosso passamontagna, è entrata negli stabilimenti della Cof (azienda di confezionamento di ortofrutta) da un cancello secondario, ha sabotato il sistema di sorveglianza e si è poi recata negli uffici mettendosi a rovistare ovunque (foto in basso). Alla fine i ladri preso la cassaforte con dentro pochi contanti, alcune cambiali e documenti aziendali.

Quindi, forse delusi per il magro bottino, hanno scassinato il distributore di dolciumi, snack e bevande collocato in un locale attiguo all’area produzione, facendo razzia di merendine e succhi di frutti. Successivamente, si sono portati nello spiazzo dell’azienda dove hanno tranquillamente banchettato. Sazi ed elettrizzati dall’impresa se ne sono andati, portandosi dietro la cassaforte, alcuni computer e un numero imprecisato di telefoni cellulari.

Verso le 6 il primo operaio giunto in azienda, accorgendosi che era successo qualcosa nella notte, ha dato l’allarme. Le indagini sono condotte dagli agenti della Questura che hanno acquisito le immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza e quelle delle telecamere di altre strutture presenti nella zona.

La notizia riportata questa mattina da il Quotidiano del Sud.