Furgone in fiamme ad Arena, per il sindaco Schinella un segnale preoccupante

La notte scorsa, nel piazzale di un mobilificio, è stato dato alle fiamme un furgone di proprietà di un consigliere comunale di maggioranza.

La notte scorsa, nel piazzale di un mobilificio, è stato dato alle fiamme un furgone di proprietà di un consigliere comunale di maggioranza.

Informazione pubblicitaria
Il furgone dato alle fiamme ad Arena
Informazione pubblicitaria

Ha tutte le caratteristiche dell’avvertimento l’azione messa a segno da ignoti nella serata di ieri, in località Berrina di Arena, ai danni di un furgone dell’azienda “P&G”, fabbrica di divani di proprietà di Alessandro Pagano, imprenditore del posto nonché consigliere comunale di maggioranza nell’amministrazione guidata dal sindaco Antonino Schinella.

Informazione pubblicitaria

Il mezzo è stato dato alle fiamme intorno alle 20 davanti allo stabilimento produttivo. L’intervento dei Vigili del fuoco ha consentito di domare le fiamme sulle cui cause indagano ora i carabinieri della locale Stazione, agli ordini del maresciallo Carmine Napolitano.

La pista seguita dagli investigatori è quella del dolo. Il fatto non sarebbe tuttavia riconducibile all’attività amministrativa di Pagano.

Sconcerto è stato espresso dal sindaco di Arena Schinella, tra i primi ad accorrere presso l’abitazione del consigliere comunale per manifestargli vicinanza. Per il primo cittadino, l’atto rimanda ad un problema generale di controllo del territorio, da sempre cuscinetto tra gli interessi illeciti delle varie consorterie che orbitano nell’area delle Preserre e delle Serre e che, nonostante gli sforzi messi in atto dalle forze dell’ordine, vede lo Stato in difficoltà di uomini e mezzi di fronte ad una criminalità spregiudicata che non esita a mettere in atto violente rapine anche solo per cento euro.