domenica,Maggio 16 2021

Occupazione suolo pubblico, il Consiglio di Tropea decide di non decidere

L’aggiornamento del regolamento rinviato alla seduta convocata per mercoledì prossimo.

Occupazione suolo pubblico, il Consiglio di Tropea decide di non decidere

Nulla di fatto. Il consiglio comunale di Tropea che doveva mettere la parola fine sulla protesta dei commercianti che chiedevano una rivisitazione del regolamento relativo all’occupazione del suolo pubblico ha deciso di non decidere.

Il punto è stato, infatti, rinviato alla prossima seduta convocata dal presidente del civico consesso Sandro D’Agostino per mercoledì 9 marzo. Lo stesso ha comunicato di aver ricevuto una lettera, poche ore prima l’inizio del civico consesso, del revisore dei Conti, Salvatore Tillieci, nella quale quest’ultimo affermava di non avere avuto il tempo di valutare l’emendamento numero 14 presentato dal consigliere d’opposizione Giuseppe Maria Romano, con cui si chiede di aggiungere l’esonero del pagamento del canone del suolo pubblico ai commercianti che tengono aperte le loro attività per tutto l’anno (e quindi anche d’inverno) e per almeno due anni consecutivi.

Un rinvio accolto con stizza dai titolari di bar e ristoranti anche perché Romano si è dichiarato disponibile a ritirare l’emendamento in questione. Ricordiamo che la polemica è esplosa a seguito di 32 verbali elevati dalla Polizia municipale ad altrettanti attività di ristorazione.

Articoli correlati

top