domenica,Maggio 19 2024

Quattro anni fa la scomparsa di Francesco Vangeli, a Scaliti una messa in suo ricordo – Video

La celebrazione è organizzata dall’unità pastorale di Filandari e Libera Vibo Valentia. E intanto la famiglia continua a chiedere verità e giustizia

Quattro anni fa la scomparsa di Francesco Vangeli, a Scaliti una messa in suo ricordo – Video

A quattro anni dalla scomparsa di Francesco Vangeli, l’unità pastorale di Filandari e Libera Vibo Valentia hanno organizzato una santa messa in suo ricordo. La celebrazione si terrà domani, 10 ottobre, alle ore 19 nella chiesa Maria Santissima del Potere di Scaliti.
Era la sera del 9 ottobre del 2018 quando Francesco Vangeli, 26enne, uscì di casa senza fare mai più ritorno. Di lui ancora nessuna traccia, né una tomba su cui la famiglia possa poggiare un fiore. «Continuiamo con forza – scrivono i ragazzi di Libera a distanza di quattro anni dalla scomparsa del giovane di Scaliti -, a chiedere Verità e Giustizia, continuiamo con determinazione ad appellarci alle coscienze di chi sa e fino ad oggi ha deciso di tacere, continuiamo ad affiancare una famiglia colpita nel profondo nel suo cammino di speranza. Francesco continua a vivere nelle nostre scelte quotidiane, nella voglia di chi decide di impegnarsi a tutela della vita contro ogni forma di violenza e di oppressione, nel coraggio di chi decide di prendersi cura del bene comune». [Continua in basso]

Struggente il ricordo della mamma di Francesco, Elsa Tavella, che non si è mai arresa e continua a combattere per avere verità e giustizia: «E siamo a 4 lunghi anni… che non ci sei, che non so più niente di te – ha scritto in un post facebook -. Sono qui che aspetto che torni da me, ma so bene che non vedrò mai più i tuoi bellissimi occhi, il tuo dolce viso, la tua voce che chiama Mamma. È brutto provare tutto questo dolore… Sapere che non ti ho potuto dire addio mi lacera il cuore».

Per l’omicidio e la soppressione del cadavere di Francesco sono finiti in carcere i fratelli Antonio e Giuseppe Prostamo, di San Giovanni di Mileto. Secondo la ricostruzione della Dda, Vangeli sarebbe stato colpito con un colpo d’arma da fuoco, rinchiuso in un sacco nero di plastica e gettato nel fiume Mesima ancora agonizzante, mentre la vettura ed il telefono cellulare sono stati dati alle fiamme.

LEGGI ANCHE: Omicidio Vangeli nel Vibonese, condannato Antonio Prostamo

Omicidio Vangeli, i telefonini di vittima ed imputato agganciati dalla stessa cella telefonica

Omicidio Vangeli nel Vibonese, Giuseppe Prostamo torna in carcere

Omicidio Vangeli, condanna a 30 anni per Giuseppe Prostamo

Articoli correlati

top