lunedì,Febbraio 6 2023

Sulle strade vibonesi più di 180 incidenti in un anno, 6 le vittime

Sono i dati Istat relativi al 2021. Le persone coinvolte in sinistri e rimaste ferite sono state 286. Ecco tutti i numeri a livello regionale

Sulle strade vibonesi più di 180 incidenti in un anno, 6 le vittime

In provincia di Vibo Valentia nel corso del 2021 ci sono stati 181 incidenti stradali, nell’ambito dei quali sono decedute 6 persone e sono rimaste ferite in 286. Sono i dati forniti dall’Istituto nazionale di statistica (Istat), che evidenziano come rispetto all’anno precedente gli incidenti siano aumentati. Nel 2020 erano stati infatti 145, 2 i morti e 241 i feriti. C’è però da considerare che quello fu l’“anno del Covid”, caratterizzato da diversi periodi di lockdown che hanno limitato di gran lunga gli spostamenti lungo le arterie stradali. Col 2021 c’è stata invece una ripresa graduale delle attività e del traffico stradale, ma non ancora comunque un pieno ritorno alla normalità – i dati, spiega Istat, risentono ancora di periodi di lockdown di periodi di lockdown attuati durante l’anno e diversificati sul territorio. [Continua in basso]

I dati relativi alla Calabria

A livello regionale nel 2021 si sono registrati 2.587 incidenti, 4.029 feriti, 85 morti.I numeri snocciolati da Istat mostrano come in Calabria la strada più pericolosa, quella in cui cioè si verificano più incidenti e ci sono più vittime, sia la statale 106 jonica: 236 sinistri, 18 decessi e 437 feriti. Segue l’autostrada del Mediterraneo: nel tratto calabrese si sono registrati 155 incidenti, 4 morti e 243 feriti. Sulla statale 18 Tirrenica sono stati invece 106 gli incidenti, 6 i decessi e 205 i feriti.

La metà degli incidenti in Calabria si è verificato nel periodo tra maggio e settembre. I sinistri avvengono soprattutto nelle ore diurne (l’84%), ma è in quelle notturne che il tasso di mortalità è più alto: gli incidenti mortali si verificano soprattutto tra la mezzanotte e l’una della notte e tra le tre e le quattro del mattino.
Le vittime di incidenti stradali si concentrano soprattutto nelle fasce d’età più giovani, e in particolare 15-29 anni (7,1 per 100mila abitanti) e 45-64 anni (5,0 per 100mila abitanti). In oltre il 70% dei casi, la vittima è il conducente del veicolo coinvolto nell’incidente; i passeggeri rappresentano invece il 17,6% dei morti e i pedoni il 10,6%.

LEGGI ANCHE: Incidenti stradali: la Questura di Vibo aderisce alla campagna di prevenzione

Trasversale delle Serre: la Prefettura sigla protocolli di legalità con i vertici di Anas e associazioni

Articoli correlati

top