domenica,Luglio 14 2024

Le mani della ‘ndrangheta sui fondi per il terremoto in provincia di Mantova: 10 arresti

Decine anche le perquisizioni in atto. I reati contestati sono concussione, corruzione e intestazione fittizia di società, con l'aggravante delle finalità mafiose

Le mani della ‘ndrangheta sui fondi per il terremoto in provincia di Mantova: 10 arresti

I carabinieri del comando provinciale di Mantova stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 10 persone indagate per concussione, corruzione e intestazione fittizia di società, con l’aggravante delle finalità mafiose, per aver agevolato il clan della ‘ndrangheta dei Dragone. Le indagini sono coordinate dalla Dda di Brescia. L’operazione è in corso in Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Calabria. I reati sarebbero stati commessi nell’ambito delle procedure per la concessione di ‘fondi sisma’ per la ricostruzione di immobili danneggiati dal terremoto del 2012 in provincia di Mantova. Sono decine le perquisizioni in atto da parte dei carabinieri in abitazioni e studi tecnici di professionisti, interessati dalle indagini, in varie regioni italiane nell’ambito dell’operazione denominata ‘Sisma’.

LEGGI ANCHE: Omicidio Muzzupappa a Nicotera Marina: arrestato il presunto autore del delitto

Articoli correlati

top