lunedì,Febbraio 26 2024

«Non un attentato mafioso»: la sentenza dell’autobomba di Limbadi che uccise Matteo Vinci- Video

L'intervista ai genitori del giovane ucciso andata in onda nell'ultima puntata di Mammasantissima: «Non siamo stati mai ascoltati dallo Stato»

«Non un attentato mafioso»: la sentenza dell’autobomba di Limbadi che uccise Matteo Vinci- Video

«Io sono sopravvissuto per miracolo, sono sopravvissuto perché sono uscito dalla macchina che stava bruciando. Era una cosa spaventosa, non si poteva neppure guardare». La paura è ancora impressa negli occhi Francesco Vinci, il suo corpo è invece testimone di un’atrocità inaudita che ha spezzato per sempre la vita di un figlio, di un giovane biologo con un futuro ancora da costruire. 

9 aprile 2018. Limbadi. Località Cervolara. Un’auto esplode. È un inferno di fuoco e fiamme. «In lontananza sento la voce di mio marito che dice “Corri Sara, è scoppiata la macchina”. Ho pensato subito fosse successo qualcosa a Matteo» – racconta Sara Scarpulla, la madre di Matteo nell’ultima puntata di Mammasantissima- Processo alla ‘ndrangheta…  Continua a leggere su www.lacnews24.it

Articoli correlati

top