domenica,Settembre 26 2021

Prodotti privi di tracciabilità, sequestri e sanzioni al mercato di Serra

Nel mirino 25 chili di formaggi, tre chili di stocco essiccato e 33 chili di insaccati fra salsicce, ‘nduja e capocollo

Prodotti privi di tracciabilità, sequestri e sanzioni al mercato di Serra

Prodotti alimentari privi di tracciabilità sono stati sottoposti a sequestro amministrativo. L’operazione è stata eseguita al mercato comunale di Serra San Bruno dai militari della locale Stazione Carabinieri Forestale, coadiuvati da personale del Nucleo carabinieri “Tutela Biodiversità” di Mongiana, con il supporto del servizio veterinario “Igiene degli alimenti” dell’Asp di Vibo Valentia.

A seguito dei controlli effettuati sulle bancarelle di vendita dei prodotti alimentari, è stato accertato che due soggetti detenevano ed esponevano per la vendita alimenti privi di qualsiasi documentazione o etichetta atta a garantirne la tracciabilità. I venditori ambulanti non sono stati in grado di produrre alcun documento idoneo a certificare la regolare provenienza della merce posta in vendita, in violazione degli obblighi disposti dai Regolamenti comunitari vigenti in materia. Sottoposti a sequestro amministrativo 25 chili di formaggi, 33 chili di insaccati (salsicce, ‘nduja e capocollo), 3,8 chili di ventricelle di stocco essiccate, per un valore complessivo di mercato di circa 2.000 euro con sanzioni amministrative per un importo complessivo di 3.000 euro. L’operazione si inquadra nel contesto dei controlli messi in atto dai Carabinieri Forestali per garantire la sicurezza dei prodotti agroalimentari lungo tutta la filiera di produzione, al fine di prevenire le frequenti attività illecite in campo alimentare, a garanzia dei consumatori.

 

 

top