Aggressione a Giovanni Cugliari, la Procura informa la Dda – VIDEO

Intanto l’avvocato Francesco Sabatino, legale di Lorenzo De Lorenzo, spiega che alla base dell'episodio ci sarebbero «motivi sentimentali e dunque personali»

Intanto l’avvocato Francesco Sabatino, legale di Lorenzo De Lorenzo, spiega che alla base dell'episodio ci sarebbero «motivi sentimentali e dunque personali»

Informazione pubblicitaria
Il furgone di Cugliari con le ruote tagliate
Informazione pubblicitaria

La Procura di Vibo Valentia ha informato la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro dell’aggressione avvenuta nei giorni scorsi a Pannaconi di Cessaniti ai danni di Giovanni Cugliari, artigiano, presidente della Confederazione nazionale dell’artigianato di Vibo Valentia. Questo per accertare l’esistenza di potenziali legami dei giovani coinvolti con la criminalità organizzata.

Informazione pubblicitaria

“Se vuoi lavorare qui devi pagare”, falegname selvaggiamente picchiato a Cessaniti

Nell’ambito delle indagini è stata disposta poi anche la perquisizione del bar di Lorenzo De Lorenzo, il giovane, denunciato a piede libero che avrebbe partecipato all’aggressione a Cugliari. Nell’ambito dell’intervento i militari hanno acquisito le immagini dell’impianto di videosorveglianza. Alle stesse ha preso parte lo stesso De Lorenzo, rispetto alla cui posizione l’avvocato Francesco Sabatino ha precisato come il suo assistito non si sia mai reso irreperibile ma anzi avrebbe chiesto di essere sentito per chiarire la sua posizione.

Aggressione a Cessaniti, l’artigiano malmenato è il presidente Cna Giovanni Cugliari

A riferirlo è la Gazzetta del Sud, che riporta poi l’ulteriore dichiarazione del legale che precisa come De Lorenzo fosse «ben conosciuto da Cugliari e come solo l’interrogatorio dell’indagato potrà cristallizzare il dato che il violento litigio (fatto deprecabile da condannare) sia stato determinato da questioni sentimentali e dunque personali – precisando poi che – De Lorenzo non intende specificare a tutela della dignità di terze persone tutti i risvolti della vicenda che dovranno essere acquisiti dall’autorità giudiziaria».

Cugliari dopo il pestaggio: «Non ho paura, vado avanti con più convinzione» – VIDEO

Al contempo invita Cugliari «a chiarire ogni aspetto e a spiegare l’astio nei confronti di De Lorenzo “reo” di avere intrapreso una relazione con la stessa persona (per alcuni anni a fianco del signor Cugliari) con una parentela che a questi non sarà certamente sfuggita». Intanto oggi gli altri due indagati Michelangelo Barbieri e Gabriele Mantegna (difesi dall’avv. Giuseppe Bagnato) compariranno davanti al gip nell’udienza di convalida del fermo.

GUARDA l’intervista all’avvocato Sabatino