sabato,Luglio 13 2024

‘Ndrangheta delle Preserre vibonesi: torna in libertà Giorgio Galiano

Era finito in carcere nell’operazione Habanero in quanto ritenuto organico alla ‘ndrina dei Maiolo di Acquaro. Ha già scontato una condanna per narcotraffico

‘Ndrangheta delle Preserre vibonesi: torna in libertà Giorgio Galiano

Ritorna in libertà Giorgio Galiano, 49 anni, di Vibo Valentia, arrestato nella recente operazione della Dda di Catanzaro denominata Habanero scattata il 21 giugno scorso. Ad annullare l’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stato il Tribunale del Riesame di Catanzaro in accoglimento delle argomentazioni difensive prospettate dall’avvocato Sergio Rotundo. Nei confronti di Giorgio Galiano viene mossa l’accusa di associazione mafiosa ed in particolare di far parte della ‘ndrina dei Maiolo di Acquaro venendo “battezzato” nella ‘ndrangheta – secondo gli inquirenti ed i collaboratori di giustizia Raffaele Moscato e Bartolomeo Arena – da Angelo Maiolo all’interno del carcere di Lanciano. Il vibonese Giorgio Galiano – ex genero del broker della cocaina Vincenzo Barbieri (ucciso nel marzo 2011 a San Calogero) – ha scontato una condanna definitiva quale vertice di un’organizzazione di narcotrafficanti (operazione “Meta 2010”) che avrebbe importato in Europa dal Sud Amarica ingenti quantitativi di cocaina fatti sbarcare nei porti di Gioia Tauro e Livorno.

LEGGI ANCHE: ‘Ndrangheta: operazione Imperium, 60enne di Sorianello ritorna in libertà

top