Immobile in fiamme a Mileto: è del 76enne che aggredì il fratello con un’ascia

È il terzo incendio in pochi giorni che colpisce una proprietà di Domenico Grillo, già arrestato per l’aggressione al congiunto

È il terzo incendio in pochi giorni che colpisce una proprietà di Domenico Grillo, già arrestato per l’aggressione al congiunto

Informazione pubblicitaria

Il 20 febbraio scorso ad andare in fiamme era stata una legnaia adiacente ad un garage di proprietà di Domenico Grillo, 76 anni, di Mileto, già protagonista il 9 febbraio scorso di un episodio di cronaca, allorquando, nel corso di una lite con un suo fratello, ha aggredito lo stesso e sua moglie con un’ascia ferendo lievemente i due malcapitati prima di essere arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio.

Legnaia in fiamme a Mileto: è del 76enne che aggredì il fratello con l’ascia

Nella serata di oggi, quindi, nuovo incendio ai danni questa volta di un appartamento allo stato rustico in via Cosenza di proprietà proprio di Domenico Grillo. Sul posto per domare le fiamme si sono portati i vigili del fuoco provenienti da Vibo Valentia.

Danni ancora in corso di quantificazione. Indagini sull’accaduto sono state avviate dai carabinieri della locale Stazione diretti dal maresciallo Alessandro Demuru che stanno tentando di capire se l’incendio di questa sera possa essere collegato ad altro rogo appiccato nella serata del 9 febbraio scorso ad altra parte dello stesso immobile. In quell’occasione l’incendio aveva portato alla morte di quattro maialini.

Porcilaia in fiamme a Mileto, quattro animali morti nel rogo