Supera la notte il detenuto che ha tentato il suicidio nel carcere di Vibo

Le sue condizioni rimangono però molto gravi. Danni al cervello ancora da valutare. Il 44enne di Lamezia ha cercato di farla finita servendosi di un maglione

Le sue condizioni rimangono però molto gravi. Danni al cervello ancora da valutare. Il 44enne di Lamezia ha cercato di farla finita servendosi di un maglione

Informazione pubblicitaria

Ha superato la notte F.B., 44 anni, di Lamezia Terme, il detenuto del carcere di Vibo Valentia che ha ieri tentato di togliersi la vita impiccandosi nella sua cella. Le sue condizioni rimangono però gravissime a causa della prolungata assenza di ossigeno al cervello che potrebbe avergli provocato danni irrimediabili. Emergono intanto alcuni particolari sul tentato suicidio. Il detenuto ha tentato di farla finita legandosi un maglione intorno al collo e quindi alle sbarre. Soccorso nell’immediatezza dalla polizia penitenziaria, il 44enne è stato in un primo momento assistito dall’equipe medica del Pronto soccorso diretta dal dottore Enzo Natale per poi essere trasferito nel reparto di Rianimazione dove rimane tuttora ricoverato in stato di coma nonostante lievi miglioramenti registrati nel corso della notte.

F.B stava scontando una pena per vari reati fra cui anche molestie sessuali ai danni di una ragazza di Vibo. Fatti accaduti nel 2012.