domenica,Aprile 18 2021

Sorveglianza speciale revocata per Nicolino Pantaleone Mazzeo

Decisione della Corte d’Appello di Catanzaro per il 47enne di Mesiano di Filandari destinatario nel 2011 di un decreto del Tribunale di Vibo

Sorveglianza speciale revocata per Nicolino Pantaleone Mazzeo

Revocata dalla Corte d’Appello di Catanzaro la misura di prevenzione della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno per ulteriori due anni, che era stata imposta dal Tribunale di Vibo Valentia a Nicolino Pantaleone Mazzeo, 47 anni, di Mesiano di Filandari.

La sua pericolosità sociale era stata decisa dal Tribunale di Vibo nel 2008 sulla scorta del coinvolgimento nell’operazione “Odissea” scattata nel settembre 2006. Da tale procedimento è stato però assolto per insussistenza del fatto, mentre l’aggravamento della misura della sorveglianza speciale si basava su una condanna definitiva a 4 anni ed 8 mesi di reclusione rimediata da Mazzeo per il reato di tentata estorsione (vicenda relativa a dei terreni sui quali doveva sorgere un agriturismo ad opera di una coppia inglese costretta poi ad abbandonare tutto) e per via di alcune violazioni alle prescrizioni imposte dal provvedimento applicativo della misura di prevenzione originario.

Per la Corte d’Appello, le condotte per le quali Nicolino Pantaleone Mazzeo ha riportato la condanna sono antecedenti al decreto del 2008 revocato e quindi le violazioni delle prescrizioni della sorveglianza speciale non possono assumere alcun rilievo, trattandosi di una misura ormai revocata per difetto originario dei presupposti applicativi.

Di conseguenza non assumono rilievo neppure segnaletico della pericolosità sociale attuale le condotte di violazione delle prescrizioni che sono venute meno per effetto della revoca della misura di prevenzione. Da qui – in accoglimento della tesi difensiva dell’avvocato Giuseppe Bagnato – la revoca del decreto del Tribunale di Vibo emesso il 10 marzo 2011.

Violazione della sorveglianza: obbligo di firma per il vibonese Pardea

Violazione della sorveglianza speciale: assolto Giovanni Mancuso

Sorveglianza speciale revocata per esponente del clan Mancuso

Sorveglianza speciale revocata per il “contabile” del clan Lo Bianco

Sorveglianza speciale: assolto a Vibo Filippo Catania

Misure di Prevenzione: rigettata sorveglianza speciale per due vibonesi

top