Furto di energia elettrica, un arresto a Francavilla Angitola

Un 48enne aveva manomesso il contatore rifornendo illegalmente la sua abitazione. Denunciato dai carabinieri anche un 40enne di Acquaro per porto ingiustificato di armi

Un 48enne aveva manomesso il contatore rifornendo illegalmente la sua abitazione. Denunciato dai carabinieri anche un 40enne di Acquaro per porto ingiustificato di armi

Informazione pubblicitaria

I carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, a seguito dell’intensificazione dei controlli operata negli ultimi giorni, hanno effettuato un arresto per furto di energia elettrica e una denuncia in stato di libertà per porto ingiustificato di armi.

In particolare, i carabinieri della Stazione di Francica, in collaborazione con i militari della Cio del 14esimo Battaglione “Calabria” di Vibo Valentia, hanno denunciato un 40enne residente ad Acquaro poiché durante un controllo alla circolazione stradale, veniva fermato a bordo della sua autovettura e sottoposto a perquisizione personale e veicolare, e quindi trovato in possesso di due coltelli di genere vietato, rispettivamente di 22 e 17 cm.

Ancora, i carabinieri della Stazione di Filadelfia hanno arrestato un 48enne residente a Francavilla Angitola poiché, a seguito di perquisizione domiciliare con il supporto di personale dell’Enel, accertavano che lo stesso, mediante la manomissione del relativo contatore, riforniva illegalmente di energia elettrica la propria abitazione.

LEGGI ANCHE:

Anziana rapinata in casa di 65mila euro nel Vibonese, tre arresti

Pistola e munizioni a casa sotto il cuscino, un arresto a Nicotera

Al cimitero di Bivona migranti tumulati senza bara (VIDEO)