Sposi in elicottero a Nicotera: inammissibile il ricorso del responsabile dell’Area tecnica

La Cassazione ritiene corretto il sequestro di tre cellulari ed alcuni supporti informatici ai danni di Carmelo Ciampa, indagato per abuso d’ufficio e interruzione di pubblico servizio

La Cassazione ritiene corretto il sequestro di tre cellulari ed alcuni supporti informatici ai danni di Carmelo Ciampa, indagato per abuso d’ufficio e interruzione di pubblico servizio

Informazione pubblicitaria

Respinto perché ritenuto “inammissibile” il ricorso di Carmelo Ciampa, 58 anni, responsabile dell’Area tecnica del Comune di Nicotera indagato per interruzione di pubblico servizio e abuso d’ufficio. E’ quanto deciso dalla sesta sezione penale della Cassazione che ha confermato l’ordinanza del 20 ottobre scorso del Tribunale del Riesame di Vibo Valentia a sua volta confermativa del decreto di sequestro probatorio emesso dal pm della Procura di Vibo Valentia a seguito di convalida del provvedimento assunto d’urgenza dalla polizia giudiziaria all’esito della perquisizione domiciliare, avente ad oggetto tre telefoni cellulari ed alcuni supporti informatici.

Il sequestro è avvenuto in relazione alla duplice imputazione provvisoria (abuso d’ufficio e interruzione di pubblico servizio) elevata nei confronti di Carmelo Ciampa, condotte per la Procura di Vibo poste in essere quale responsabile dell’area tecnica del Comune di Nicotera, in concorso con l’allora sindaco Franco Pagano (in foto) ed il comandante della polizia municipale Gregorio Milidoni.

I tre sono indagati per avere rilasciato l’autorizzazione ad ottenere un’eliosuperficie occasionale – al campo sportivo e nella piazza della cattedrale – per l’atterraggio ed il decollo di un elicottero su cui il 13 settembre scorso sono stati trasportati gli sposi Antonio Gallone e Aurora Spasari, iper l’accusa n violazione delle procedure previste dalla normativa in materia e per aver pertanto, con tali condotte, determinato l’interruzione ed il turbamento della circolazione stradale, pedonale e veicolare, nel centro storico della città.

VIDEO | Matrimonio in elicottero a Nicotera, ecco il video dell’atterraggio in piazza

A sostegno della decisione, il Tribunale del Riesame di Vibo ed ora la Cassazione ritengono che nel caso di Carmelo Ciampa sussista il “fumus boni iuris” per il reato di interruzione di pubblico servizio poiché “l’inopinato atterraggio ed il successivo decollo dell’elicottero in una piazza pubblica del paese hanno ostacolato la libera circolazione stradale, rendendo inutilizzabile un pubblico servizio, ed hanno messo a repentaglio l’incolumità dei passanti, stante l’assenza di alcuna misura di sicurezza”.

Matrimonio show a Nicotera, sindaco e vice erano tra gli invitati

Per altro verso, i giudici ritengono che la procedura di rilascio dell’autorizzazione al decollo ed all’atterraggio sia “contrassegnata da diverse anomalie, in quanto il permesso è stato richiesto il giorno prima del matrimonio personalmente dal sindacoinvitato e partecipante alla cerimonia nuziale – ed è stato rilasciato dopo poche ore dalla richiesta, previo accertamento soltanto parziale delle condizioni di sicurezza necessarie per la relativa concessione, il che rende plausibile l’ipotesi accusatoria circa il concorso di condotte abusive poste in essere nel contesto dell’amministrazione comunale”, intenzionalmente finalizzate a procurare un ingiusto vantaggio ad Antonio Gallone (pure lui indagato).

Anche per la Cassazione, dunque, i tre telefoni cellulari ed alcuni supporti informatici sequestrati al dirigente del Comune di Nicotera, Carmelo Ciampa, sono da ritenersi “pertinenti al reato nonché necessari al fine di ricostruire eventuali contatti fra gli indagati, riconducibili alla programmazione dell’episodio oggetto di causa”.

Tutte le censure mosse da Ciampa nel ricorso sono state ritenute non proponibili nel giudizio di legittimità dinanzi alla Cassazione. Essendo stato ritenuto “inammissibile” il ricorso, Carmelo Ciampa è stato condannato dalla Suprema Corte anche al pagamento delle spese del procedimento ed a versare una somma di duemila euro in favore della cassa delle ammende.

Elicottero in piazza a Nicotera, sette indagati per il volo nuziale – NOMI

‘Ndrangheta: scioglimento del Comune di Nicotera, i profili shock dei politici

Comune di Nicotera: dipendenti e responsabili degli uffici segnalati per una sfilza di reati

 VIDEO | Elicottero a Nicotera, Sirgiovanni: «Atti amministrativi non conformi»