Escursionisti in bici recuperano portafoglio rubato e lo restituiscono alla proprietaria

Sospiro di sollievo a Zungri grazie al gruppo di”Bicinsieme” che recupera soldi e documenti sottratti alla malcapitata

Sospiro di sollievo a Zungri grazie al gruppo di”Bicinsieme” che recupera soldi e documenti sottratti alla malcapitata

Informazione pubblicitaria
Il gruppo della Bicinsieme al Museo di Zungri
Informazione pubblicitaria

Un piccolo nobile gesto. A Zungri, un gruppo di escursionisti dell’associazione “Bicinsieme, paesaggi in movimento” di San Costantino Calabro ha recuperato e restituito alla proprietaria soldi e documenti contenuti nel portafoglio che, poche ore prime, le era stato sottratto sotto casa da ignoti. Una “ragazzata” che avrebbe costretto la malcapitata a sporgere denuncia ai carabinieri ed a riavviare l’iter per ottenere la nuova documentazione. Un furto fortunatamente conclusasi nel migliore dei modi grazie all’intervento del sodalizio culturale-sportivo presieduto da Raffaele Mancuso.

Informazione pubblicitaria

Il team, infatti, dopo aver visitato l’Insediamento rupestre, stava facendo ritorno a casa. Quindi il recupero del portafoglio e la restituzione alla donna al quale era stato sottratto, reso possibile anche dall’interessamento del Museo cittadino diretto da Maria Caterina Pietropaolo. Una vicenda a lieto fine che attesta il legame instaurato ormai da tempo tra l’associazione di San Costantino e la comunità zungrese, culminato in iniziative di successo, tra cui “Pedaliamo per Billy” sulla sensibilizzazione al rispetto della vita e degli animali. In programma altre attività a carattere regionale con il coinvolgimento di “Bicinsieme” e del paese di Zungri che per ora si “gode” il nobile gesto che ha fatto ritornare il sorriso ad una sua concittadina.