Violazione della misura di prevenzione: un arresto a Tropea

Gaetano Muscia è stato sorpreso dai carabinieri in compagnia di Agostino Papaianni. Entrambi sono stati condannati nel processo “Black money”

Gaetano Muscia è stato sorpreso dai carabinieri in compagnia di Agostino Papaianni. Entrambi sono stati condannati nel processo “Black money”

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Violazione della misura di prevenzione. Con questa accusa i carabinieri hanno arrestato a Tropea, Gaetano Muscia, 53 anni, del luogo, soggetto ben noto alle forze dell’ordine ed alle cronache e, da ultimo, condannato il 17 febbraio scorso a 7 anni di reclusione per usura ed estorsione al termine del processo “Black money” celebrato in primo grado dinanzi al Tribunale collegiale di Vibo Valentia.

Informazione pubblicitaria

Gaetano Muscia è stato sorpreso dai militari dell’Arma a Tropea in compagnia di Agostino Papaianni, 66 anni, di Coccorino di Joppolo, altro soggetto condannato a 7 anni e 8 mesi nel medesimo processo “Black money”. In forza della misura di prevenzione alla quale Gaetano Muscia è sottoposto, non avrebbe potuto accompagnarsi a soggetti come Papaianni. Da qui l’arresto di Gaetano Muscia, difeso dagli avvocati Giuseppe Di Renzo e Mario Bagnato. 

‘Ndrangheta: “Black money”, il pm presenta appello per 7 imputati

‘Ndrangheta: “Black money”, ecco i motivi della sentenza contro il clan Mancuso

‘Ndrangheta, sentenza “Black money” sul clan Mancuso: “Vuoto probatorio”