Intimidazione a Macrì, solidarietà da Confindustria Reggio Calabria

Dopo il ritrovamento di una bottiglia con liquido infiammabile davanti alla sua struttura turistica alla marina di Zambrone. Il presidente Nucera si appella alle Istituzioni: «Sicurezza e legalità prioritarie nel territorio calabrese»

Dopo il ritrovamento di una bottiglia con liquido infiammabile davanti alla sua struttura turistica alla marina di Zambrone. Il presidente Nucera si appella alle Istituzioni: «Sicurezza e legalità prioritarie nel territorio calabrese»

Informazione pubblicitaria
La bottiglia con benzina all'indirizzo di Macrì
Informazione pubblicitaria

«Confindustria Reggio Calabria esprime piena solidarietà e totale vicinanza al presidente di Ance Vibo Valentia, Gaetano Macrì, la cui struttura turistica è stata fatta oggetto di un inquietante atto intimidatorio. Si tratta di un episodio estremamente grave che desta sdegno e forte preoccupazione».

Informazione pubblicitaria

E’ quanto afferma il presidente di Confindustria Reggio Calabria, Giuseppe Nucera, in relazione al ritrovamento di una bottiglia con del liquido infiammabile e un accendino davanti all’ingresso della struttura turistica di proprietà del presidente di Ance Vibo.

«Siamo vicini al presidente Macrì – prosegue Nucera – alla sua famiglia e a tutto il gruppo di lavoro che a lui fa capo e rinnoviamo l’appello ai rappresentanti istituzionali, locali e nazionali, affinché pongano le questioni sicurezza e legalità nel territorio calabrese tra le priorità che è necessario affrontare con urgenza. Non possiamo rassegnarci all’idea – prosegue il presidente degli industriali reggini – che fare impresa e creare sviluppo in Calabria sia un’opera eroica. Questo territorio ha il sacrosanto diritto di giocare alle stesse regole degli altri e di poter affermare in condizioni di piena e totale sicurezza, i numerosi modelli imprenditoriali che è in grado di esprimere. Per quanto ci riguarda – conclude Nucera – continueremo a stare al fianco di Macrì e di tutti quegli imprenditori calabresi, ovvero la stragrande maggioranza, che fanno dell’etica del lavoro e dell’onestà le loro stelle polari contribuendo con passione e dedizione alla crescita e al benessere di questa nostra terra».

LEGGI ANCHE:

Intimidazione allo Sciabache di Zambrone, Macrì: «Le Istituzioni aiutino gli imprenditori onesti» (VIDEO)

Intimidazioni: benzina e accendino per struttura turistica a Zambrone