sabato,Maggio 8 2021

Processo Rinascita-Scott: il collaboratore Mantella verrà sentito come imputato

Accolta l’eccezione della difesa che ne voleva l’esame non come testimone. I pm chiedono intanto al Tribunale la sospensione dei termini di custodia cautelare

Processo Rinascita-Scott: il collaboratore Mantella verrà sentito come imputato

Verrà sentito come imputato e non come testimone nel maxi-processoRinascita-Scott il collaboratore di giustizia, Andrea Mantella. Il Tribunale collegiale di Vibo Valentia (Brigida Cavasino presidente, a latere i giudici Gilda Romano e Claudia Caputo) ha infatti sciolto la riserva su un’eccezione che era stata sollevata dagli avvocati Diego Brancia, Giuseppe Di Renzoe Francesco Lione alla quale si erano poi associati altri legali. La pubblica accusa aveva chiesto che l’esame del collaboratore di giustizia avvenisse prima di quello di tutti gli altri imputati e non alla fine. Il Tribunale, accogliendo l’eccezione sollevata dall’avvocato Brancia, ha deciso che Mantella venga sentito come imputato e non come testimone, cambiando così il parametro di valutazione della prova, applicandosi quindi l’articolo 192 terzo comma, vale a dire che le sue dichiarazioni saranno valutate unitamente agli altri elementi di prova che ne confermano l’attendibilità.

I pm hanno poi chiesto al Tribunale collegiale la sospensione dei termini di custodia cautelare nei confronti degli imputati detenuti. I giudici sin sono riservati di decidere mentre hanno rigettato alcune questioni in ordine all’utilizzabilità di diverse intercettazioni. Si riprenderà lunedì con l’esame dei collaboratori di giustizia: Luigi Bonaventura, Angelo Cortese, Giuseppe Costa, Giuseppe Di Giacomo, Vincenzo Marino, Francesco Oliverio, Antonio Sestito e Pino Vrenna.  

LEGGI ANCHE: Maxiprocesso Rinascita Scott, inizia l’esame dei pentiti: si parte con Luigi Bonaventura

Rinascita-Scott: è il giorno del processo con rito abbreviato per 91 imputati

Processo Rinascita-Scott: ammessi tutti i testi richiesti dall’accusa e dalla difesa

Rinascita-Scott: il Tribunale di Vibo rigetta tutte le questioni preliminari sollevate dalle difese

top