La strada tagliata in due dal ruscello: sulla Ricadi-Drapia si “guada” in curva – Video

Le piogge hanno scavato un solco in cui praticamente scorre un torrente. Il tratto ricade in una curva pericolosissima
Le piogge hanno scavato un solco in cui praticamente scorre un torrente. Il tratto ricade in una curva pericolosissima
Informazione pubblicitaria

Un tratto di strada provinciale completamente abbandonato a se stesso. È quello ricadente nel territorio di Ricadi, a ridosso della frazione Ciaramiti, e che collega la costa all’entroterra, in particolare al comune di Drapia. L’arteria in questione, utilizzata anche come alternativa alla sp 17 per raggiungere Vibo Valentia, è diventata ormai da qualche giorno impraticabile, nonostante sia ancora aperta al traffico e molto battuta dagli automobilisti, i quali, più che guidare, sono costretti a guadare un fiume.

Le piogge di questo periodo hanno, infatti, scavato un solco profondo una trentina di centimetri che ha creato l’alveo di un ruscello nel bel mezzo di una curva a gomito. Il risultato è una strada pericolosissima da percorrere, in quanto i mezzi sono costretti a invadere completamente la carreggiata opposta per uscire indenni dal guado, col rischio di vedersi piombare addosso chi viaggia in senso contrario, impossibile da vedere proprio per via della curva.

Nelle ultime ore sono stati posti dei segnali stradali per indicare il pericolo, ma il problema resta e si crea praticamente ogni anno, anche per via della scarsa manutenzione delle cunette che dovrebbero convogliare le acque meteoriche. Un disagio, quello vissuto dalla popolazione, ben rappresentato dalle imprecazioni che abbiamo raccolto in pochi minuti di permanenza, riassumibili tutte in un laconico: «È una vergogna! E poi ci fanno pure pagare il bollo!».