Alunni a lezione di Europa per formare i cittadini di domani

Alla scuola primaria “Don Bosco” incontro formativo promosso dal centro “Europe Direct” e dal Comune. Il sindaco Costa: «Un percorso che proseguirà anche con altre fasce di utenti».

Alla scuola primaria “Don Bosco” incontro formativo promosso dal centro “Europe Direct” e dal Comune. Il sindaco Costa: «Un percorso che proseguirà anche con altre fasce di utenti».

L'incontro alla Don Bosco
Informazione pubblicitaria

Educare alla cittadinanza europea fin da piccoli, per avere un domani dei cittadini con una visione globale sul mondo che li circonda. Si sono aperti stamattina, alla scuola primaria “Don Bosco”, gli incontri formativi nelle scuole cittadine del percorso intrapreso dal centro comunale “Europe Direct”.

Informazione pubblicitaria

«Un percorso didattico che parte dalle scuole – ha sottolineato il sindaco Costa che ha tenuto a battesimo l’iniziativa – e prossimamente allargato a tutti i cittadini per gli altri temi di interesse, che si propone di sensibilizzare gli studenti e non solo, ai temi della cittadinanza europea e su ciò che questo oggi significa per loro in termini di opportunità, protezione, diritti riconosciuti e libera circolazione».

«L’incontro – si legge in una nota -, al quale hanno preso parte la dirigente Domenica Cacciatore e il dirigente comunale del settore, Filippo Nesci, tramite la relazione del responsabile del centro vibonese, Maurizio Lovecchio, esperto di programmazione europea, ha consentito ai piccoli studenti di ripercorrere le tappe storico politiche che hanno portato alla nascita dell’Unione europea, di capire il funzionamento delle sue Istituzioni e di avvicinarsi alle sue politiche».

«L’azione nelle scuole è uno dei principali compiti della rete Europe Direct – ha spiegato Lovecchio – L’esperienza accumulata negli anni e la modalità seguita dal Centro Ed di Vibo Valentia costituiscono una particolare e riconosciuta eccellenza all’interno della rete Europe Direct italiana. Il rapporto costante con il mondo scolastico è fondamentale per il nostro centro».

Un pensiero condiviso dalla dirigente scolastica Cacciatore che ha aggiunto «E’ importante che nelle scuole entrino questi contenuti e che i nostri bambini e ragazzi possano avere l’opportunità di conoscere i propri diritti di cittadini europei». A fine incontro con un’attenzione particolare gli stessi alunni si sono sottoposti ad un quiz sulle tematiche affrontate, con risultati eccellenti, tali da ricevere i complimenti degli stessi rappresentati del centro.