sabato,Maggio 25 2024

Giornate Fai d’Autunno: appuntamento a Serra San Bruno

Museo e Orto Botanico di Villa Bonitas, al centro delle Giornate Fai d'Autunno

Giornate Fai d’Autunno: appuntamento a Serra San Bruno

Sabato e domenica  torna il grande evento autunnale che il Fai dedica al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese.
Più di 700 luoghi inaccessibili o poco valorizzati in 350 città italiane apriranno le loro porte per un fine settimana da riservare alla scoperta della storia, dell’arte, della natura e di tesori che rendono unico e straordinario il nostro territorio. In provincia di Vibo Valentia, a cura del Gruppo Fai Giovani, sarà possibile immergersi nel fascino
verde di Serra San Bruno, grazie alla collaborazione del Parco Naturale Regionale delle Serre e dell’Orto Botanico di Villa Bonitas.
La biodiversità e l’artigianato locale, intesi come peculiarità del territorio calabrese, sono al centro della eccezionale collezione del Museo ed Orto Botanico di Villa Bonitas e per questo il Gruppo Fai giovani di Vibo Valentia, coordinato da Anna Scarmozzino, ha voluto valorizzarli durante le Giornate Fai d’Autunno 2022.

Scorcio della Certosa di Serra San Bruno

Sabato mattina dalle 10:00 alle 13:00 e domenica dalle 10:00 alle 17:00, i volontari del Fai, della Proloco di Serra San Bruno e le guide del
Parco Naturale Regionale delle Serre e quelle dell’Associazione Guide delle Serre, accompagneranno i visitatori nei luoghi simbolo di Serra San Bruno, tra la Certosa e Santa Maria del Bosco, in una visita che consentirà di apprendere ed immergersi in una storia fatta di rispetto e collaborazione con la natura. Villa Bonitas è un’area espositiva gestita dal Parco delle Serre che ospita un museo suddiviso in tre sezioni: il museo del legno che racchiude la storia delle arti e delle lavorazioni tradizionali locali,
emblema dell’importanza e dell’incredibile produttività che aveva ottenuto il territorio serrese come centro dell’Arte e dell’Artigianato della Calabria; il museo delle erbe una vastissima catalogazione, frutto degli accurati ed amorevoli studi che il Prof. Maurizio Siviglia ha svolto sulla biodiversità delle Serre calabresi; la mostra micologica permanente, una fedele riproduzione di tutte le specie di funghi presenti nel territorio del Parco.

Alfonso Grillo (Forza Italia)
Alfonsino Grillo

« Abbiamo deciso di collaborare e aderire al programma del Fai – ha dichiarato il Commissario del Parco, Alfonso Grillo – perché crediamo fortemente che il patrimonio culturale e naturale del Parco
delle Serre debba essere consegnato alle future generazioni per farne uno strumento di cittadinanza attiva. La tutela del paesaggio della biodiversità dell’ambiente oggi non può e non deve essere relegata alla mera conservazione, poiché questa da sola non riesce più a scongiurare la perdita del patrimonio natura. Bisogna parlare di “tutela attiva”, dove le attività di valorizzazione e promozione si preoccupano di sensibilizzare alla cura e gestione del bene, che non può più pesare esclusivamente
sul pubblico. Il Parco delle Serre – ha concluso Grillo – è al fianco di tutti coloro che sono impegnati nella formazione del pubblico alla scoperta e valorizzazione del nostro patrimonio naturale. Perché questo non sia solo architettura verde in balia dello scorrere del tempo ma, racchiuso nel concetto della sostenibilità, centro pulsante, vivo, abitato, capace di attrarre cittadini, turisti, studiosi e amanti della natura.
“Villa Bonitas” è un’area espositiva, sintesi di anni di studi e approfondimenti, portati avanti dal Prof. Siviglia, che merita di essere visitata per ammirare piante rare e officinali, sia all’aperto sia
conservate negli erbari, e la fedele riproduzione di tutte le specie di funghi presenti nel territorio del Parco».

Articoli correlati

top