sabato,Aprile 20 2024

Zambrone pronta a ospitare la rassegna di legalità: il programma

Legge, letteratura, lavoro. Su queste basi si svilupperà il calendario degli appuntamenti che vedrà la partecipazione delle scuole locali

Zambrone pronta a ospitare la rassegna di legalità: il programma
Il Comune di Zambrone

Nelle mattinate dei giorni 8 e 9 novembre si terrà a Zambrone una Rassegna di legalità dal taglio particolare. E infatti, essa è incentrata su tre elementi: legge, lettura, lavoro. Sono queste tre L, a giudizio dell’attuale compagine di governo locale, su cui si regge un’idea compiuta di legalità. La legge è l’elemento cardine. L’osservanza alle norme sancite dall’ordinamento giuridico il primo e fondamentale passaggio verso una società responsabile. La lettura, invece, è il propulsore di ogni processo culturale. Laddove vi è cultura, la malapianta del crimine non attecchisce e, anzi, è destinata a seccare. Il lavoro, infine, è l’unico strumento che rende pienamente liberi. Senza lavoro, la strada della devianza diventa, purtroppo, più probabile. [Continua in basso]

La rassegna di legalità

L’iniziativa vedrà coinvolte le scolaresche del posto, i loro insegnanti e il dirigente scolastico, Francesco Fiumara. A sei alunni della scuola secondaria di primo grado verrà assegnato un buono-libri di 150 euro ciascuno. A discutere sul tema del lavoro nella Costituzione, l’8 novembre, Doris Lo Moro, già magistrato, sindaco di Lamezia Terme, assessore regionale e parlamentare. Seguirà la visita guidata alla statua dedicata ai Caduti sul lavoro di Zambrone. Lo scrittore Francesco Pileggi farà, invece, agli allievi della scuola primaria, una lettura animata di alcuni testi; uno dei quali incentrato sul bullismo. A tutti gli allievi della scuola primaria verrà donato un libro.

Il 9 novembre toccherà al procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Vibo Valentia, Camillo Falvo e al prefetto di Vibo Valentia, Roberta Lulli. A loro verrà conferito un attestato civico di benemerenza per l’impegno profuso nelle loro funzioni pubbliche. Saranno loro a confrontarsi con i ragazzi delle scuole medie sul tema: “Legge, lettura lavoro: per un percorso di legalità”.  Al termine, verrà presentata una statua dedicata a Cecilia Faragò, ultima donna processata per stregoneria, realizzata dal maestro Antonio La Gamba che sarà collocata nel Museo a cielo aperto, Calabria al femminile, sito nella Piazza VIII Marzo del capoluogo. Un simbolo antico di sconfitta dell’ignoranza e di trionfo della giustizia. L’iniziativa è stata in gran parte finanziata dal Ministero dell’Interno coi fondi riservati alla tutela dei corpi politici, amministrativi e giudiziari e in misura residuale dall’amministrazione comunale. L’evento avrà luogo presso il Centro servizi sociali di Zambrone.
LEGGI ANCHE: Giornata della Legalità a Mileto fra impegno e testimonianze
Mileto, a Comparni il nuovo campo di calcetto riconsegnato alla cittadinanza

Articoli correlati

top