mercoledì,Luglio 24 2024

Mileto, mesi densi di iniziative e di impegni per l’Accademia Milesia

L’associazione è stata chiamata nel maggio scorso dal Comune a gestire la Casa della Cultura. Decine gli eventi proposti d’allora a favore del territorio

Mileto, mesi densi di iniziative e di impegni per l’Accademia Milesia

Fin dal momento della sua apertura al pubblico, sancita lo scorso 11 maggio con tanto di cerimonia ufficiale, la “Casa della Cultura” è divenuta per Mileto punto di riferimento nel settore. Dal Comune a gestire il tutto è stata chiamata, tra le altre, l’“Accademia Milesia” diretta da monsignor Filippo Ramondino, associazione che oggi stila un bilancio di questo primo periodo di attività all’interno del luogo culturale. Gli appuntamenti sono iniziati al momento della cerimonia inaugurale con la mostra “Mileto nel Tempo”, allestita in collaborazione con l’amministrazione comunale, il segretariato regionale del Mic e la direzione regionale dell’Agenzia del demanio. A seguire, il 9 giugno, è stata la volta della presentazione del volume “Ilios. La città brucia” scritto da Angelica Artemisia Pedatella, evento proposto in sinergia con l’associazione “Ba17”. Il 24 giugno, sempre nell’ex Ufficio delle Imposte dirette, si è consumato il Congresso storico nazionale “Mileto antica e i normanni in Calabria”, inserito nel calendario della prima edizione delle “Giornate normanne”, proposta dal Comune sul territorio con fondi regionali. L’Accademia milesia il 16 Luglio, giorno della “Strage di Carasace”, ha anche curato gli eventi relativi alla commemorazione dell’episodio bellico che tra le campagne della cittadina normanna provocò la morte di decine di vittime civili.

Subito dopo, il 2 agosto, la Casa della Cultura ha ospitato la mostra permanente “Mileto antica tra i due Ruggero (1059-1154), sempre inserita nelle “Giornate normanne”. Ad essa, in sinergia con palazzo dei normanni, hanno fatto seguito: la mostra allestita in occasione del primo centenario dell’inaugurazione dell’antico tronco ferroviario delle Calabro Lucane che da Mileto portava a Monteleone (4 ottobre); la presentazione del volume “Diego Calcagni, Memorie per la storia dell’abbazia della SS. Trinità di Mileto” (12 ottobre);  la giornata internazionale “Il Silenzio uccide la dignità” per l’eliminazione della violenza sulle donne, organizzata in collaborazione con l’associazione “Foglie di Dafne” (25 novembre); la commemorazione del primo centenario della morte del vescovo Giuseppe Morabito, comprensiva della mostra a lui dedicata nella basilica cattedrale. Come si evince, è stato un periodo ricco di impegni e di iniziative culturali, questo dell’Accademia Milesia. Attività a favore del territorio che, tuttavia, non si concluderanno qui, visto che è già in preparazione la pubblicazione degli atti del convegno proposto lo scorso giugno, curata in collaborazione con diocesi, Archivio storico e Capitolo e Istituto di Studi religiosi.

LEGGI ANCHE: Mileto, gli antichi reperti di piazza Italia trovano “casa” nel museo statale

Pizzo, la storia della pesca del tonno nel murales dell’artista Sara Curatolo

top