Un talento musicale di Monterosso nell’Orchestra giovanile europea

Il percussionista Domenico La Serra si esibirà nei più importanti teatri dei paesi membri
Il percussionista Domenico La Serra si esibirà nei più importanti teatri dei paesi membri
Informazione pubblicitaria
Domenico La Serra
Informazione pubblicitaria

Da Monterosso Calabro ai più rinomati palchi d’Europa nel nome della musica. Una grande prova per il giovanissimo percussionista Domenico La Serra da oggi parte integrante della Euyo, European union youth orchestra”, l’Orchestra giovanile europea. Un traguardo raggiunto dopo diverse selezioni svoltesi negli stati membri dell’Unione europea. Lo scorso 5 febbraio, l’ufficialità. Il musicista viene convocato come membro effettivo Euyo. Farà dunque parte del progetto “Spring tour” e si esibirà nei più popolari teatri d’Europa.

Informazione pubblicitaria

La carriera di Domenico La Serra

Un’importante opportunità che corona i sacrifici finora fatti e apre, al contempo, nuove possibilità di crescita umana e professionale. L’amore per la musica, del resto, lo accompagna da tutta una vita. Basti pensare che il giovane studente (frequenta il terzo anno del liceo Capialbi con indirizzo Musicale) ha scoperto la sua passione fin dalla tenerissima età. Ha iniziato a suonare, a quattro anni, nel complesso bandistico “Francesco Cilea” di Monterosso Calabro, dimostrando doti eccezionali e un grande talento per le percussioni.  Nell’ottobre del 2012, a soli otto anni, viene ammesso al Conservatorio statale di musica “Fausto Torrefranca” di Vibo Valentia superando brillantemente l’esame d’ammissione.

Il Conservatorio "Torrefranca" di Vibo
Il conservatorio Torrefranca

Qui attualmente frequenta l’ottavo anno del corso Preaccademico della scuola di Percussioni sotto la guida del maestro Vittorino Naso. Con quest’ultimo forma un ensemble di percussioni di giovani artisti dello stesso Conservatorio, le cui prestazioni concertistiche sono riconosciute e apprezzate in ambito regionale e anche  nazionale.

L’amore per le percussioni e la formazione

Vincitore di borsa di studio, diviene membro effettivo dal 2013 ad oggi, dell’Orchestra di fiati e della Brass Ensemble di ottoni e percussioni del Conservatorio, dirette rispettivamente dal maestro Antonio La Torre e dal maestro Giuseppe Barletta. Da qui l’esibizione in  location di prestigio nazionale tra cui  Musei Vaticani (Roma), Novara (Auditorioum del Conservatorio Guido Cantelli), Arona (Teatro San Carlo), Reggia di Caserta. E anche in concerti con prestigiosi solisti come: Nello Salza,  Francesco Lucchino, Nicola Ferro.

Il musicista La Serra

Domenico è anche percussionista dell’Orchestra sinfonica del liceo statale “Vito Capialbi” diretta dal maestro Diego Ventura e dal 2018 fa parte dell’Orchestra sinfonica del Conservatorio guidata da maestro Elia Andrea Corazza.

Tra i riconoscimenti, nel 2018 ha partecipato in qualità di percussionista con l’Orchestra giovanile di Laureana di Borrello, diretta dal maestro Maurizio Managò, al concorso musicale “Taormina international musical bands festival” aggiudicandosi il primo premio.

Un percorso nel corso del quale non sono mancati i momenti di formazione e master class (con il maestro Frederic Macarez e con Dom Famularo, entrambe nel maggio 2018).

L’orchestra giovanile europea

Il giovane musicista è stato tra i protagonisti con la Concert Band di Melicucco diretta dal maestro Maurizio Managò, della registrazione del cd “Simplicity” edito dalla casa editrice Scomegna di Torino. Nonché percussionista in concerti con direttori di chiara fama quali Jan Van Der Roost e Jacob De Haan e con prestigiosi solisti:  Giovanni Punzi  (Principale clarinet of the Copenaghen Philharmonic Orchestra); Mario Stefano Pietrodarchi (concertista di fisarmonica classica e bandoneon).

Tasselli che lo hanno portato nell’ottobre scorso alle selezioni per l’orchestra europea organizzate dalla Rai a Bologna e infine alla finalissima di Roma insieme ad altri 79 finalisti.