Vibo Sviluppo, i progetti dei Patti territoriali ripartono sotto l’egida della Provincia

Vertice al Mise tra il presidente dell'Ente Solano, il sindaco di Vibo Limardo e i funzionari per chiarire gli aspetti amministrativi del passaggio di consegne. La progettazione non subirà variazioni: il mercato coperto resta a Moderata durant

Vertice al Mise tra il presidente dell'Ente Solano, il sindaco di Vibo Limardo e i funzionari per chiarire gli aspetti amministrativi del passaggio di consegne. La progettazione non subirà variazioni: il mercato coperto resta a Moderata durant

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Vertice romano per il presidente della Provincia di Vibo Salvatore Solano e il sindaco della città capoluogo Maria Limardo. I due amministratori sono stati ricevuti al ministero dello Sviluppo economico nel corso di un incontro nel quale si è fatto il punto sui progetti finanziati dallo strumento dei Patti territoriali già gestiti dalla società Vibo Sviluppo e sulle procedure amministrative necessarie al passaggio di competenze dalla società alla Provincia di Vibo. Passaggio sancito da una recente assemblea dei soci che ha deliberato la messa in liquidazione di Vibo Sviluppo e il subentro dell’ente intermedio quale nuovo soggetto attuatore. L’incontro romano con i funzionari ministeriali è servito quindi anche a rilanciare la programmazione degli interventi che prevedono l’investimento di 8,3 milioni di euro destinati a 7 azioni concentrate prevalentemente nella città di Vibo Valentia. Il ministero ha confermato i termini della dotazione economica in questione (al netto delle variazioni dell’Iva e delle economie) e degli interventi così come previsti dalla progettazione già in fase esecutiva invitando, ciascuno per le proprie competenze, gli amministratori ad accelerare l’iter per la cantierizzazione dei lavori. Si tratta nel dettaglio di 500mila euro destinati alla ristrutturazione del tetto di Palazzo Gagliardi-De Riso; di 600mila euro per la riqualificazione del piano terra dello stesso immobile; di 3milioni e 100mila euro destinati alla realizzazione del mercato rionale di località Moderata durant; di 2milioni e 120mila euro per la riqualificazione del complesso del Valentianum; di 198mila euro per la messa in sicurezza della Rocchetta di Briatico più ulteriori due interventi da effettuarsi nei comuni di Soriano e Sorianello, per un totale, come detto, di 8,3 milioni di euro di fondi. «E’ stato un incontro proficuo – ha detto il presidente della Provincia Solano a margine del vertice – che ha permesso di riannodare i fili di un percorso che, per le note vicende che hanno interessato la società Vibo Sviluppo, ha subito notevoli rallentamenti. I progetti sono già nella fase esecutiva, parliamo di opere immediatamente cantierabili che speriamo, ora, con l’ingresso della Provincia in qualità di soggetto attuatore, di poter al più presto avviare e portare a compimento. Sono soddisfatto che questi fondi non siano andati persi perché – ha concluso – sarebbe stato davvero un’ulteriore opportunità persa per un territorio che non può più permettersi passi falsi». Ottimistica anche l’impressione del sindaco di Vibo Maria Limardo che ha sottolineato come la riunione si sia rivelata «utile per definire il percorso amministrativo che consentirà alla Provincia di subentrare a pieno titolo come nuovo soggetto attuatore. I finanziamenti per fortuna non andranno persi e da subito ci metteremo all’opera, ognuno per le nostre competenze, per avviare gli interventi già cantierabili che riguardano alcune importanti opere pubbliche nella città di Vibo ma soprattutto perché questi lavori si trasformino in redditività e in occasioni di crescita per il nostro territorio». L’altra questione sul tavolo, quella relativa alla proposta avanzata dall’ex assessore al commercio di Vibo Nico Console e dalla locale associazione dei commercianti, per la rimodulazione del progetto relativo al mercato rionale di Moderata durant a favore di interventi che possano rivitalizzare il settore del commercio nel centro urbano, di fatto tramonta visto che nel corso del vertice è stato ribadito che la progettazione non potrà subire variazioni

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHECommercio morente a Vibo, Console: «Il mercato previsto a Moderata Durant si faccia in centro»

Commercio al collasso a Vibo, Catania: «Spostare quei 3 milioni sul centro storico»

Vibo Sviluppo, Barbuto: «La liquidazione della società? Danno creato dal ministero»

Bilanci in rosso e la scure del ministero: la Vibo Sviluppo va in liquidazione

Vibo Sviluppo, si cerca un nuovo soggetto attuatore per 8 milioni di opere pubbliche

Bufera giudiziaria su Vibo Sviluppo: tre indagati per peculato