sabato,Luglio 13 2024

Ridimensionamento dell’ufficio assistenza sanitaria ai marittimi di Vibo Marina, interviene la Fit Cisl

Un cartello annuncia che dal prossimo 6 ottobre, l’ufficio di via Emilia non sarà più presidiato da nessun medico. Enzo Pagnotta chiede un incontro urgente

Ridimensionamento dell’ufficio assistenza sanitaria ai marittimi di Vibo Marina, interviene la Fit Cisl
In alto Vincenzo Pagnotta componente del comitato degli assistiti Sasn

Soltanto un cartello per comunicare ai lavoratori del trasporto marittimo e aereo che dal prossimo giorno 6 ottobre non potranno più godere dell’assistenza sanitaria a Vibo Marina e dovranno rivolgersi ai medici fiduciari ubicati in regione. Una comunicazione che crea notevoli disagi. Infatti, dal 6 ottobre, l’ufficio di via Emilia non sarà più presidiato da nessun medico. Sulla porta è appesa una comunicazione che indica gli indirizzi dei medici fiduciari a cui rivolgersi per l’assistenza sanitaria a partire dal 6 ottobre. In base a tale situazione, il coordinatore nazionale Fit-Cisl Trasporto marittimo Enzo Pagnotta si è attivato chiedendo un urgente incontro al direttote Usmaf-Sans interregionale Puglia -Basilicata- Calabria che ha competenza in merito. “Non è accettabile – è scritto in un comunicato stampa – un eventuale ridimensionamento di questo ufficio Sasn, tra l’altro situato in un contesto portuale importante, in cui scalano settimanalmente in maniera regolare unità navali. Ci appelliamo a tutte le istituzioni locali, affinché Vibo non venga privata ulteriormente di un servizio essenziale quale è il Sans.

Articoli correlati

top