sabato,Maggio 18 2024

Vibo Valentia e quei cantieri aperti contemporaneamente, Miceli: «Commercio in crisi»

Il capogruppo di Vibo democratica ha presentato un'interrogazione «per favorire l'accessibilità e l'afflusso delle persone a corso Vittorio Emanuele»

Vibo Valentia e quei cantieri aperti contemporaneamente, Miceli: «Commercio in crisi»

«Da qualche mese la città è disseminata da molteplici cantieri, che hanno avviato i lavori più o meno contemporaneamente, i quali stanno rendendolo sostanzialmente inaccessibile, il centro “commerciale” cittadino, con gravissime ripercussioni per la viabilità e la fruizione dei servizi da parte dei cittadini, con danni ingenti a tutte le attività commerciali». È quanto afferma il capogruppo di Vibo democratica Marco Miceli che ha presentato un’apposita interrogazione al sindaco Maria Limardo. In particolare il consigliere comunale si sofferma sulle opere cantierizzate contemporaneamente, ovvero piazza Martiri d’Ungheria, piazza Luigi Razza, piazza Michele Morelli e via Scesa del Gesù. «A tanto, si aggiunga che, a breve, altro cantiere sarà avviato nello spazio adibito al mercato coperto in via delle Clarisse e, dunque, le principali vie di accesso a corso Vittorio Emanuele III sono interdette. La situazione in atto – denuncia Miceli – è diventata insostenibile per tutti i cittadini, in primis per i commercianti, che lamentano un calo drastico delle vendite». Il consigliere punta l’indice sull’amministrazione comunale «che – afferma – non ha previsto soluzioni alternative per favorire l’accessibilità e la viabilità a Corso Vittorio Emanuele e vie limitrofe. La stagione estiva è alle porte – prosegue il capogruppo di Vibo democratica – e, certamente, le attuali condizioni del centro cittadino, non lo rendono attrattivo per i turisti». Alla luce di questi disagi il consigliere Miceli chiede al sindaco di «sapere quali azioni ha intrapreso, sta intraprendendo o intende intraprendere per porre rimedio, nel più breve tempo possibile, agli effetti dell’assoluta mancanza di programmazione nel disporre l’apertura contemporanea di tutti i cantieri sopra menzionati» e chiede di «adottare soluzioni alternative per favorire l’accessibilità e l’afflusso delle persone a corso Vittorio Emanuele ed alle piazze e vie limitrofe nonché alle attività commerciali ivi ubicate».

LEGGI ANCHE: Commercio in crisi a Vibo, l’allarme di Confesercenti: «Centro storico off limits e negozi vuoti»

Articoli correlati

top