Gal, nuovo bando per micro filiere corte e mercati di prossimità

La misura prevede un sostegno del 50% dell’investimento iniziale fino a 40mila euro per incentivare produzioni locali e chilometro zero
La misura prevede un sostegno del 50% dell’investimento iniziale fino a 40mila euro per incentivare produzioni locali e chilometro zero
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il Gal “Terre Vibonesi” ha appena pubblicato un nuovo bando dopo gli incontri di pre-informazione dei giorni scorsi. In questo caso la misura riguarda il “Sostegno agli investimenti nell’innovazione, trasformazione, commercializzazione e sviluppo delle micro filiere corte e mercati di prossimità”. Si tratta di una misura molto richiesta durante gli incontri preliminari svoltisi sul territorio e, per questo motivo, tra i più attesi dagli operatori di settore. Il bando, nel dettaglio, si rivolge alle imprese agricole e di trasformazione dei prodotti agricoli locali che operano in uno dei comuni dell’area di azione del Gal (tutta la provincia escluso il capoluogo), scade il 31 dicembre prossimo ed ha l’ambizioso obiettivo di incentivare la produzione locale ed il chilometro zero nei seguenti settori: filiera dell’identità (fagiolo autoctono, pecorino del Poro, cipolla rossa di Tropea, ‘nduja di Spilinga); filiera del benessere animale (zootecnia delle terre vibonesi); filiera della valorizzazione (peperoncino per la ‘nduja di Spilinga); filiera dell’innovazione (vino, recupero vecchie varietà di grano, biologico, ecc.); filiera della qualità (settore olivicolo autoctono).

Informazione pubblicitaria

Si tratta di alcune tra le eccellenze agroalimentari delle “Terre Vibonesi”, motivo per cui si prevede un’ampia partecipazione. Per tale ragione il Gal si riserva anticipatamente la facoltà di rimodulare la soglia di dotazione finanziaria complessiva prevista, incrementandola, qualora le domande pervenute dovessero superare tale soglia. Ancora una volta il Gal si mostra vicino alle istanze del territorio, intervenendo in quegli ambiti richiesti dallo stesso. Con soddisfazione del presidente Vitaliano Papillo e di tutto lo staff, il Gal continua nell’attività di comunicazione delle proprie attività, giunte alla pubblicazione di quattro bandi. Tornando al bando in questione, l’ammontare del sostegno erogabile può arrivare al 50% del costo totale dell’investimento (fino ad un massimo di 40mila euro). È possibile ottenere informazioni rivolgendosi allo staff del Gal presso la sede dell’agenzia di sviluppo di via della Resistenza a Spilinga. I dettagli e la documentazione per aderire al bando sono reperibili sul sito istituzionale http://www.galterrevibonesi.eu.