lunedì,Ottobre 18 2021

Ricadi, “Avvistamenti Teatrali”: parte domani sera la V edizione della rassegna

Lo spettacolo de I Pesci inaugura i venerdì dedicati alla nuova drammaturgia. Domenica 8 appuntamento con l’archeologia

Ricadi, “Avvistamenti Teatrali”: parte domani sera la V edizione della rassegna
Torre Marrana: domani e domenica gli ultimi due appuntamenti della rassegna Avvistamenti teatrali

Torna la cultura nel parco Torre Marrana di Ricadi per la V edizione di “Avvistamenti Teatrali”. La rassegna dedicata alla nuova drammaturgia diretta da Andrea Paolo Massara riapre il sipario domani, 6 agosto alle 21,30 con “Supernova”, una produzione de I pesci scritto e diretto da Mario De Masi. «Dopo due anni di assenza, siamo felici di tornare – commenta il direttore artistico Andrea Paolo Massara –. Secondo noi la cultura è il miglior strumento per combattere la paura, per questo abbiamo pensato ad un programma ricco di eventi, tra spettacoli, storia, arte, scienza e momenti di incontro e convivialità. Non vediamo l’ora di ritrovare il nostro pubblico, incontrare nuove compagnie e rivedere gli artisti più amati ritornare». [Continua in basso]

Tra le nuove compagnie ospiti ad Avvistamenti, I Pesci propongono la loro ultima creazione, una storia in cui il ciclo di un’incredibile stella sempre pronta ad esplodere si fa metafora della generazione di una famiglia. In scena Alessandro Gioia, Lia Gusein-Zadé, Fiorenzo Madonna e Luca Sangiovanni per interpretare una famiglia allegramente complicata, tre fratelli che ogni giorno giocano a farsi la guerra. Cosa succede quando un padre viene a mancare all’improvviso? Dramma ed ironia s’intrecciano in questo spettacolo d’autore, che racconta la famiglia come fosse il ciclo di un’incredibile stella, unica, irripetibile e sempre pronta ad esplodere.  La prima “domenica sorprendente”, 8 agosto, di Avvistamenti 2021 sarà invece dedicata ad una visita guidata all’area archeologica di Torre Marrana, parte di un sistema di torri di avvistamento che risale al XIV secolo. L’antica Torre un tempo riceveva i segnali della vicina Torre Ruffa e li trasmetteva alle altre torri disposte lungo la costa per farli arrivare al Castello di Monteleone, oggi Vibo Valentia, e segnalare all’entroterra l’arrivo delle navi saracene.

Una zona ricca di testimonianze anche dal punto di vista archeologico, nella quale sono stati rinvenuti resti di ruderi risalenti all’età greco romana. L’8 agosto. alle 19,30. un archeologo accompagnerà il pubblico di Avvistamenti alla scoperta di questo luogo straordinario, in un viaggio tra storia, arte e natura. L’evento è realizzato con il sostegno della Regione Calabria, del Comune di Ricadi e con il partenariato del Ristorante De’ Minimi di Villa Paola, Tropea.

Articoli correlati

top