mercoledì,Aprile 17 2024

Il festival degli artisti di strada “Bratiria ‘nta chiazza” taglia il nastro dell’ottavo anno

Torna il grande evento estivo a Brattirò in cui la fantasia dei più piccoli si fa grande e quella degli adulti li catapulta fanciulli

Il festival degli artisti di strada “Bratiria ‘nta chiazza” taglia il nastro dell’ottavo anno

Ritorna il grande carrozzone degli artisti di strada a Brattirò, giorno 20 agosto, per l’ottava edizione del festival “Bratiria ‘nta chiazza”, organizzato dall’associazione “Le Trame” in collaborazione con “Aicem Calabria” ed “Enotria”. Dopo una stagione ricchissima di laboratori, eventi all’aria aperta e spettacoli, l’associazione brattiroese “Le Trame” culmina il suo fitto calendario di attività con il festival estivo interamente dedicato agli artisti di strada. «Come ogni anno – ci ha fatto sapere la presidente di “Le Trame” Annamaria Pugliese -, il carrozzone di artisti attraversa le strade del paese per portare gioia, creatività, allegria, spensieratezza, stupore, inventiva, tradizione, innovazione e tutto ciò che fa parte del potenziale umano. “Bratiria ‘nta chiazza” è un festival che trova la sua anima nell’intento di diffondere le arti come forma di espressione atemporale, coinvolgendo le persone di qualsiasi età in un giorno di magia per grandi e piccini». 

Il programma allestito quest’anno si struttura sull’internazionalità e la grande varietà. Si partirà dal Guatemala con la compagnia “Chúmbala Cachumbala” e il loro teatro di figura e in miniatura, passando dalla Puglia con l’Annina e il suo “le petit tap” (clown tip-tap), arrivando fino a Torino con i “Magda clan circo” e le loro acrobazie nello spettacolo “Soft”, per poi fare ritorno nella nostra amata terra con i suoni tradizionali del Pollino e la tarantella calabro-lucana dei “Totarella”. Nel pomeriggio, i bambini avranno la possibilità di seguire laboratori di circo con Valerio Sacco e di riciclo e creazione a cura dell’associazione “Aicem Calabria”. Gli adulti, nel frattempo, potranno rilassarsi con una seduta di yoga denominata “Respiro e movimento” a cura di Rosalba Romano. Una sezione a parte quest’anno è stata dedicata, con il patrocinio del Comune di Drapia, alla costruzione dei giganti a cura di Victoria Haf e alla sua arte poliedrica. «Quest’anno – ha affermato il la Pugliese – abbiamo voluto fortemente mettere in evidenza due nostre grandi passioni: l’arte di strada e le tradizioni attraverso spettacoli circensi, laboratori artigianali legati alla cultura popolare e concerti di musica tradizionale. Il carrozzone ogni hanno è sempre più carico di volontari che mettono impegno e passione nel festival in cui non c’è un palcoscenico con attori protagonisti ma una grande piazza dove artisti e spettatori si mescolano in una magica interazione. Il carrozzone è pronto a partire, non perdetelo».

LEGGI ANCHE: Drapia, gli eventi di agosto e settembre con “Artisti sulla Costa degli Dei”

Gasponi e la Sagra del dolce: una storia ricca di emozionanti ricordi

top