Crisi al Comune di Vibo, Carmela Valia lascia: «Stanca delle strategie politiche»

Il consigliere comunale vicino a Pietro Giamborino annuncia le sue dimissioni in polemica con Mangialavori: «Non voglio essere complice di inciuci e consociativismo»

Il consigliere comunale vicino a Pietro Giamborino annuncia le sue dimissioni in polemica con Mangialavori: «Non voglio essere complice di inciuci e consociativismo»

Informazione pubblicitaria
L'aula del consiglio comunale di Vibo
Informazione pubblicitaria

Spiegherà le sue ragioni nel primo consiglio comunale utile o, se non ce ne sarà occasione in tempi brevi, le affiderà ad una lunga lettera aperta che consegnerà agli organi di stampa. Il consigliere comunale di Vibo Valentia, Carmela Valia, eletta nelle file della lista “Liberamente insieme” a sostegno della maggioranza del sindaco Elio Costa, non ha ancora formalizzato le sue dimissioni dalla carica ma conferma la volontà di farlo all’indomani dell’appello del senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori finalizzato a “rilanciare l’attività amministrativa” dell’attuale consiliatura. Un’esperienza che invece, a parere della rappresentante proveniente dalla frazione Piscopio e vicina all’ex consigliere regionale Pietro Giamborino, non ha più nulla da dare alla città, ostaggio com’è delle “strategie della politica”. Valia decide dunque d’interrompere polemicamente la sua esperienza definendola «tutt’altro che edificante per me, per Vibo, per il mio paese. È molto facile continuare a ripetere di amare la città. Ad essa va ridata la sua dignità. Continuerò le mie battaglie per come ho sempre fatto, denunciando tutto ciò che ha portato a questo rocambolesco gioco delle parti». Ancora è lei stessa a definire «dissennata e senza senso» la proposta di Mangialavori. «C’era già stata una bacchettata al sindaco da parte sua – ricorda -, una seconda mi sembra esagerata. Le cose – incalza – non stanno come sembrano e rendermi complice di inciuci e consociativismo non mi sta bene. Avevo già intenzione di passare all’opposizione – conclude – ma visto che un’opposizione non c’è più voglio uscire di scena con dignità». 

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEComune Vibo, Mangialavori rimette le deleghe di tre assessori nelle mani del sindaco

Comune Vibo, Luciano: «Uscire al più presto dall’attuale fase di declino amministrativo»

Crisi al Comune di Vibo, coro di consensi per la proposta di Mangialavori

Vibo, Costa rilancia: «Con l’appello di Mangialavori il mio è un mandato più ampio» – Video