Carattere

Parla il candidato in pectore del Movimento. In cima al programma il taglio delle indennità e l'ambiente

Domenico Santoro
Politica

L’ambiente, uno dei grandi cavalli di battaglia del Movimento. E ancora, la trasparenza amministrativa, il taglio ai costi della politica, la riqualificazione dei quartieri e delle infrastrutture ed altro. Il candidato in pectore del Movimento 5 Stelle di Vibo Valentia Domenico Santoro, nella sua prima intervista, rilasciata ai microfoni del Tg di LaC Tv, traccia per grandi linee le tappe di un percorso ideale che dovrebbe portare la città ad abbandonare definitivamente l’ultima posizione di ogni graduatoria sulla qualità della vita. Parla di gente «volenterosa», Santoro, e di piccoli grandi interventi che potrebbero risollevare Vibo Valentia. «Rinunceremo al gettone di presenza, e sapete quanto si può risparmiare abbattendo i costi della politica? Circa 250mila euro all’anno. Soldi con i quali possiamo riparare fino a cinquemila buche». 

L’architetto ieri ha incontrato attivisti e cittadini al punto di ascolto aperto su Corso Vittorio Emanuele III, ascoltando i presenti ed assorbendo i suggerimenti sul programma. Un incontro nel quale sono state affrontate le anche le insidie nascoste in una campagna elettorale che, col proliferare delle liste e dei candidati, rischia di disinnescare l’effetto del Movimento 5 Stelle che, in altre competizioni e ad altri livelli, è stato dirompente. Santoro parla di «una rivoluzione gentile da compiere con 1000 volontari», e soffermandosi sulle casse in rosso spiega: «Non è il sistema economico della città che è marcio, ma il sistema amministrativo». Un sistema col quale i 5 stelle vibonesi sperano di confrontarsi in maniera diretta. Alla fine, a parlare, saranno le urne.

LEGGI ANCHEL'intervista | Comunali, Lo Schiavo tra alleati e avversari: «Candidarmi? Dipende...»

Comunali a Vibo, Mangialavori: «Il nome di Sorace nato dal confronto nella coalizione»

Comune Vibo, il Movimento Cinque Stelle per la prima volta scende in campo

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook