martedì,Ottobre 19 2021

Comune Vibo, le Regionali rafforzano Mangialavori in FI e danno serenità alla maggioranza

La vittoria di Occhiuto e l’elezione di Comito a Palazzo Campanella aumentano il peso politico del senatore vibonese. Nessun riflesso dalla mancata candidatura di Pitaro

Comune Vibo, le Regionali rafforzano Mangialavori in FI e danno serenità alla maggioranza
Palazzo Luigi Razza, sede dell'amministrazione comunale di Vibo Valentia
Giuseppe Mangialavori (FI)

La vittoria di Roberto Occhiuto alle recenti elezioni regionali rafforza ulteriormente il ruolo di Giuseppe Mangialavori all’interno del partito di Forza Italia. Il senatore vibonese e coordinatore regionale del partito di Berlusconi in Calabria porta a casa un risultato decisamente importante che si traduce anche in termini di benefici politici: Forza Italia è il primo partito in Calabria, ma lo è anche in provincia di Vibo Valentia e nella città capoluogo. Non solo: nella circoscrizione Centro (Catanzaro, Crotone, Vibo Valentia) c’è stata l’elezione a Palazzo Campanella di Michele Comito che ha portato a casa quasi 14mila preferenze, un autentico bottino di voti. Il primario di cardiologia all’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia è stato scelto e voluto proprio da Mangialavori. [Continua in basso]

Riflessi positivi, quindi, di tali traguardi elettorali si avranno certamente anche all’interno della maggioranza consiliare di centrodestra che sostiene il sindaco Maria Limardo alla guida del Comune capoluogo. Il gruppo consiliare azzurro conta in aula ben tredici consiglieri comunali a Palazzo Luigi Razza e si può gonfiare il petto per il risultato elettorale ottenuto dal partito che permette alla compagine azzurra di proseguire in tutta tranquillità il suo percorso politico. A questo punto, è anche lecito pensare – visti i risultati incamerati – che la mancata candidatura del consigliere regionale uscente Vito Pitaro – che al Comune ha un gruppo consiliare, “Città Futura”, di maggioranza composto da sei consiglieri, e che pertanto risulta decisivo per il mantenimento della stessa maggioranza – non ha avuto quei riflessi negativi (che si potevano temere alla vigilia elettorale) sul voto regionale in salsa vibonese. Verrebbe da dire che si è marciati compatti, nonostante la delusione di Pitaro per il mancato posto in lista e questo fa pensare che al Comune si continuerà uniti a sostegno della Limardo. Insomma, se qualcuno pensava che al Comune capoluogo potevano verificarsi scosse interne alla maggioranza – per via del voto regionale – verosimilmente rimarrà deluso. Certo la politica è strana: quello che si dice oggi domani non si farà. Intanto, però, non si può fare a meno di registrare che il centrodestra al Comune di Vibo Valentia esce più rafforzato che indebolito dall’esito delle Regionali.

Articoli correlati

top