Comunali a Vibo, Luciano presenta le liste che lo sosterranno

Sul piano politico il candidato auspica l’appoggio del Pd ed apre ai Progressisti di Lo Schiavo

Sul piano politico il candidato auspica l’appoggio del Pd ed apre ai Progressisti di Lo Schiavo

Informazione pubblicitaria
I rappresentanti delle liste col candidato a sindaco
Informazione pubblicitaria

Il candidato a sindaco di Vibo Valentia Stefano Luciano ha presentato questa mattina le liste a suo sostegno. Si tratta di sei liste, ognuna con una diversa estrazione: quella di Vibo Unica, rappresentata da Claudia Gioia, Samantha Mercadante e Laura Pugliese, che sostanzialmente ricandida gli uscenti; quella «moderata» che fa capo ad Enzo De Filippis; quella «progressista» rappresentata da Giovanni Tassone e Ketty De Luca; un’altra rappresentativa delle Marinate e delle altre frazioni rappresentata da Mino De Pinto; una, del mondo delle professioni, allestita da Eugenio Penna e Clara Barone; ed infine un’altra preparata dal segretario provinciale dei Socialisti Gianmaria Lebrino. Presente anche il segretario del circolo Pd di Vibo Marina Francesco Barbieri.

Informazione pubblicitaria

Luciano ha parlato della necessità di «ripensare la città» partendo dai servizi fondamentali, affrontando per grandi linee le tematiche che verranno sviscerate nel corso della campagna elettorale: dai lavori pubblici all’ambiente, dai servizi sociali al decoro urbano. È stata poi sottolineata l’esigenza di valutare le competenze dei dirigenti che «devono dare quelle risposte ai cittadini» che fino ad oggi evidentemente non si sono viste. Sul piano politico ha tratteggiato i contorni della coalizione, auspicando un appoggio del Partito democratico e tenendo una porta aperta ai Progressisti di Antonio Lo Schiavo.

LEGGI ANCHEComunali a Vibo, il Pd chiama al tavolo Luciano e Lo Schiavo

Comunali a Vibo, Mirabello non arretra e conferma l’appoggio a Luciano

Comunali a Vibo, Insardà accantona l’ipotesi Luciano e apre alle forze progressiste

Comunali a Vibo, Luciano rompe gli indugi: «Pronto a ridare dignità alla città»